Era il grande favorito della vigilia, ma anche stavolta Peter Sagan non è riuscito a fare sua la Milano Sanremo. Il tre volte iridato non ha reagito all’affondo di Vincenzo Nibali sul Poggio, confidando di poter recuperare negli ultimi chilometri e vincere poi allo sprint. Invece il campione siciliano è andato a vincere e Sagan non è riuscito neanche a concludere la corsa con una volata convincente, finendo solo al sesto posto. Nonostante il risultato al di sotto delle attese il fuoriclasse slovacco ha parlato con grande sportività, rendendo pieno merito a Nibali e sottolineando il valore della sua vittoria.

Sagan: ‘Pensavamo che Nibali sarebbe stato ripreso’

La Milano Sanremo di Peter Sagan sembrava ben indirizzata fino a pochi chilometri dal traguardo, con già qualche velocista fuori dai giochi e ancora diversi compagni di squadra su cui contare. La corsa piuttosto lenta e poco selettiva ha fatto supporre al Campione del Mondo uno scontato arrivo di gruppo compatto e la sua strategia si è così allineata ad una visione conservativa.

“Dopo una partenza bagnata per fortuna la pioggia non ha inciso sulla parte finale della Milano Sanremo”, ha dichiarato Sagan al sito ufficiale della Bora Hansgrohe. “Grazie al ritmo più lento la selezione è stata inferiore e il gruppo è arrivato ancora molto grosso nel finale.

Noi abbiamo lavorato bene per tutto il giorno e anche all’inizio della salita del Poggio eravamo nelle prime posizioni”, ha aggiunto Sagan, che non ha reagito all’attacco di Nibali, credendo non fosse la mossa decisiva. “Nibali ha attaccato e io sono rimasto nel gruppo con i velocisti, perché pensavamo che sarebbe stato ripreso e la corsa sarebbe finita con uno sprint”, ha spiegato il tre volte iridato.

‘Complimenti a Nibali’

Il tentativo di Nibali è stato invece deciso e vincente, e Sagan si è giocato solo un piazzamento nel gruppo inseguitore, arrivando ad un deludente sesto posto. Il campione slovacco non ha cercato scuse nel dopo corsa, lodando apertamente il suo ex compagno ed amico Nibali, in maniera più colorita sui social network e più istituzionale sul sito della Bora.

“Nibali è stato molto forte, è stato in grado di resistere e vincere, complimenti a lui, se lo meritava”, ha dichiarato Sagan, che poi è andato anche oltre, considerando la vittoria del siciliano un valore aggiunto per tutto il movimento. “La sua vittoria è positiva per l’Italia e per lo sport del Ciclismo in generale”, ha concluso Sagan.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!