Nella giornata di domenica 6 maggio 2018 si correrà la 3ª tappa della 101ª edizione del Giro d’Italia. La corsa di Ciclismo sarà di scena ancora in Israele, dopodiché si sposterà in Sicilia. La frazione porterà i corridori da Be’er Sheva ad Eilat, lungo un percorso di 229 Km, leggermente ondulato, che si articolerà nel deserto del Negev. Dando uno sguardo all’altimetria, viene da pensare ad un arrivo allo sprint, anche se potrebbe andare anche in porto un’azione da lontano, qualora ci fossero le condizioni per attaccare. Difficilmente, però, le squadre dei velocisti lasceranno spazio alle fughe.

Detto questo, andiamo a scoprire nel dettaglio la planimetria della 3ª tappa.

Percorso della terza tappa Be’er Sheva-Eilat

Il via della corsa sarà fissato alle ore 12.30 da Be’er Sheva, situata nella zona meridionale di Israele, la più grande città del deserto del Negev. Si proseguirà verso sud, attraversando le località di Sde Boker e Mitzpe Ramon, dove i corridori incontreranno i traguardi volanti di giornata. Qualche chilometro dopo avranno modo di rifornirsi. Superata la metà della gara, la carovana dovrà superare il GPM di Faran River, classificato come 4ª categoria. La salita misurerà appena 1,2 Km e proporrà pendenze medie al 7,2%, con punte massime al 10%. Il finale sarà tutto in leggera discesa verso il Mar Rosso. L’arrivo a Eilat sarà preceduto da alcune rotatorie.

L’ultima curva prima di tagliare il traguardo sarà posizionata a 350 metri, ma senza grosse difficoltà.

Ghiotta sarà l’occasione per i velocisti che lotteranno per il successo di tappa, nonché per i punti della Maglia Ciclamino. Elia Viviani sarà nuovamente il principale favorito per la vittoria. Il corridore veneto, passato quest’anno alla Quick-Step Floors, vanta diverse vittorie in Medio Oriente, basti pensare alle numerose frazioni conquistate nel corso degli anni tra Abu Dhabi Tour e Dubai Tour, qualcuna nella prima parte di questa stagione.

Più che alle insidie del percorso, bisognerà prestare attenzione al vento. Essendo nei pressi del Mar Rosso, le correnti potrebbero incidere sull’esito della corsa, causando ventagli nel gruppo. Dovranno rimanere vigili anche gli uomini di classifica della Maglia Rosa se non vorranno incappare in imprevisti di questo tipo, che potrebbero far perdere tempo prezioso.

In attesa di scoprire cosa accadrà in gara, ricordiamo che la diretta tv sarà in chiaro su Rai Sport e Rai 3, con il portale Rai Play per la visione in streaming gratuitamente. Una volta archiviata la 3ª tappa ci sarà il primo dei tre giorni di riposo della corsa di ciclismo, dopodiché si riprenderà con la 4ª tappa da Catania a Caltagirone. Seguiteci per ricevere aggiornamenti sul Giro d'Italia.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!