Il mondo della Pallavolo italiana è stato travolto negli ultimi giorni dall'uragano Wilfredo Leon, lo schiacciatore cubano naturalizzato polacco acquistato dal Perugia per la prossima stagione. Oggi viene riconosciuto come il giocatore migliore a livello mondiale. Non è un caso che pochi giorni fa abbia vinto la sua quarta Champions League consecutiva indossando la maglia dello Zenit Kazan, risultando decisivo nel successo dei suoi compagni di squadra contro i vice campioni d'Italia della Lube Civitanova [VIDEO].

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Pallavolo

Se il campionato di Serie A1 era già di suo appetibile agli occhi dei campioni stranieri, la presenza di Leon non farà altro che aumentare l'appeal della massima serie italiana di volley maschile.

Il giocatore più forte a livello internazionale non giocherà i Mondiali

1) Niente Campionati del Mondo 2018 - Sembrerà strano, ma Wilfredo Leon dovrà assistere ai prossimi Mondiali di Volley maschile (in programma quest'anno in Italia) da casa, così come alla Nations League [VIDEO]. Dopo aver giocato per Cuba, nel 2015 Leon ha preso il passaporto polacco ma l'iter per renderlo a tutti gli effetti convocabile per la Nazionale polacca si concluderà soltanto nel 2019, in tempo però per i Campionati Europei.

2) L'Italia nel suo destino - Il commissario tecnico della Polonia di pallavolo è un certo Ferdinando "Fefè" De Giorgi (quattro ori conquistati con gli azzurri, tre Mondiali e un Europeo), attuale tecnico del Klub Sportowy Jastrzębski Węgiel, formazione che milita nella massima divisione polacca.

Inoltre, durante la sua permanenza dorata a Kazan, Leon ha saputo apprezzare la competenza dell'assistente Tomaso Totolo, vice allenatore dello Zenit, carica ricoperta dal 2013 ad oggi.

3) Argento con Cuba quando era ancora minorenne - Si dice spesso che buoni giocatori si diventa, campioni si nasce. Leon, che appartiene alla seconda categoria, lo ha dimostrato nel lontano 2010, quando era ancora minorenne. All'età di 17 anni conquistò la medaglia d'argento con la sua Nazionale. Dove? A Roma, confermando così di avere un particolare legame con il nostro Paese.

4) Una figlia speciale - Nonostante non abbia ancora compiuto 25 anni, Leon ha conquistato quattro Champions League con la squadra di Kazan. C'è un dettaglio che però rende l'ultimo trionfo per Wilfredo indimenticabile: il giorno stesso della finale ha compiuto il primo anno di vita la splendida figlia, il cui nome è Natalia, avuta dalla moglie Malgorzata Gronkowska.

5) Ama pescare - Nel tempo libero, Leon appena può ama concedersi lunghe pause di pesca, uno dei suoi hobby preferito. Lo ha rivelato lo stesso giocatore durante una recente intervista rilasciata al giornalista Davide Romani della Gazzetta dello Sport.