Rimasto per diversi anni in ombra rispetto al Giro del Delfinato [VIDEO], quest’anno il Giro di Svizzera si è ripreso tutto lo splendore della sua gloriosa storia. Forse grazie al percorso fin troppo duro del Delfinato, o forse per lo slittamento di una settimana del Tour per la concomitanza con i Mondiali di calcio, stavolta sono davvero tanti i campioni che hanno preferito correre il Giro di Svizzera che scatta sabato 9 giugno Oltre al solito Peter Sagan, presenza costante della corsa elvetica e plurivittorioso con ben 15 successi di tappa messi a referto, vedremo tanti corridori che poi al Tour lotteranno per il podio finale, rendendo questa corsa una gustosa anteprima della Grande Boucle.

Giro di Svizzera, un percorso equilibrato

Il Giro di Svizzera ha disegnato un percorso per tutti i gusti, con delle belle tappe di montagna ma anche il giusto spazio per volate e cacciatori di traguardi parziali. Per la classifica generale si preannunciano decisive le due cronometro, una a squadre e una individuale, e i due arrivi in salita di Leukerbad e Arosa.

Ecco la presentazione delle tappe del Giro di Svizzera 2018 con gli orari delle dirette tv di Eurosport. Lo streaming si potrà seguire con il servizio Eurosport Player.

Sabato 9 giugno, 1° tappa Frauenfeld 18 km (Cronosquadre) – La corsa inizia con una cronosquadre che presenta un paio di strappi nelle prima metà del percorso. La BMC di Porte e Van Avermaet è la favorita. In tv su Eurosport 2 alle 15.30.

Domenica 10 giugno, 2° tappa Frauenfeld 155 km.

Si affrontano quattro giri di un circuito con una salita di 3° categoria. Dovrebbe essere una giornata favorevole ai corridori veloci che sanno scollinare le piccole salite, come Sagan, Matthews e Kristoff. In tv su Eurosport 2 alle 16.

Lunedì 11 giugno, 3° tappa Oberstammheim – Gansingen 182 km. Percorso ondulato, con cinque Gpm di 3° categoria nella seconda metà della corsa. Può esserci spazio per qualche colpo nel finale. In tv su Eurosport 2 alle 16.

Martedì 12 giugno, 4° tappa Gansingen – Gstaad 189 km. Tanta pianura e poi una salita di 2° categoria a pochi chilometri dal traguardo di Gstaad. Sarà il primo terreno di sfida diretta per chi punta alla classifica generale. In tv su Eurosport 2 alle 16.

Mercoledì 13 giugno, 5° tappa Gstaad – Leukerbad 155 km. Il primo tappone di montagna, con il Pillon in partenza e poi Montana Village prima dell’ascesa finale di Leukerbad. I grandi favoriti alla vittoria finale, come Porte e Quintana, non potranno nascondersi. In tv su Eurosport 2 alle 17.

Giovedì 14 giugno, 6° tappa Fiesch – Gommiswald 185 km. Due lunghe salite nella parte iniziale e centrale della tappa e poi un finale su una breve rampa. Può essere una giornata favorevole ad una fuga da lontano o per corridori come Van Avermaet, Sagan e Wellens. In tv su Eurosport 2 alle 16.

Venerdì 15 giugno, 7° tappa Eschenbach – Arosa 169 km. Secondo arrivo in salita del Giro di Svizzera. L’ascesa ad Arosa inizia già a 30 km dall’arrivo, ma dopo un inizio impegnativo propone un lungo falsopiano nella parte centrale. Gli ultimi cinque chilometri sono di nuovo in costante ascesa. In tv su Eurosport 2 alle 15.

Sabato 16 giugno, 8° tappa Bellinzona 123 km. Al penultimo giorno tornano in scena i velocisti con una frazione in circuito. In tv su Eurosport 2 alle 16.30.

Domenica 17 giugno, 9° tappa Bellinzona 34 km (Cronometro). La crono individuale che chiude il Giro di Svizzera potrebbe avere un peso decisivo sulla corsa. Il tracciato prevede qualche saliscendi ma è sostanzialmente veloce. IN tv su Eurosport 2 alle 15.

Tanti campioni al via

La starting list del Giro di Svizzera [VIDEO]è sontuosa, come non succedeva da parecchi anni. Tra i favoriti per il successo finale è in prima fila la super coppia della Movistar composta da Nairo Quintana e Mikel Landa. Le cronometro potrebbero però dare una bella spinta a Richie Porte, che si presenta come il punto di riferimento. Tra gli altri uomini da classifica segnaliamo Steven Kruijswijk, Wilco Kelderman, Jakob Fuglsang, Bauke Mollema, Ion Izagirre e il campione uscente Simon Spilak. In assenza dei big la Sky potrebbe concedere una chance a Diego Rosa.

Per le tappe la sfida è altrettanto stellare, con l’iridato Peter Sagan contro velocisti e uomini da classiche di rango. Ci saranno infatti Demare, Greipel e Gaviria tra le ruote veloci più pure, ma anche Van Avermaet, Wellens, Matthews, Degenkolb, Kristoff e Gilbert tra i cacciatori di tappe. Il Ciclismo italiano può sperare anche in qualche colpo di Colbrelli, Ulissi e Battaglin, e saluterà Damiano Cunego, all’ultima corsa a tappe della carriera.