La notizia è ufficiale e fa sorridere gli appassionati del motociclismo italiano. Franco Morbidelli, campione motociclista ventitreenne, tornerà sulla in sella alla sua moto dopo essere stato fermo due settimane a causa di un infortunio che lo ha costretto a saltare il Gran Premio d'Olanda [VIDEO]. Un episodio davvero sfortunato per il pilota della Marc VDS che ha mostrato il suo talento sin dagli inizi della sua brillante carriera. Figlio d'arte, l'italo-brasiliano Franco Morbidelli ha mosso i suoi primi passi nel 2011 all'età di sedici anni nel campionato europeo Superstock 600 correndo ben quattro gare a bordo di una Yamaha YZF-R6; l'anno successivo è, invece, arrivato sesto nella stessa categoria e nel 2013 è riuscito ad affermarsi campione europeo, con 154 punti, con una Kawasaky ZX-6R del San Carlo Team Italia.

E' nel 2016 che è passato al team Marc VDS Racing con compagno di squadra Alex Marquez finendo per guadagnarsi nel 2018 la classe MotoGp. E' stata la compagine belga a confermare che "Morbido", come tutti lo chiamano, ha ottenuto l'ok dell'equipe medica per scendere in pista proprio il prossimo week-end. Il pilota italo-brasiliano si era fratturato il terzo metacarpo della mano sinistra cadendo nel corso della terza sessione di prove libere sul circuito di Assen. Morbidelli è ancora convalescente, ma da motogp.com è emerso che l'intervento all'arto non sarà necessario. "Fisicamente mi sento bene. Solamente ho ancora un pò di fastidio alla mano, ma, per il resto, mi sono ripreso al cento per cento", ha dichiarato il giovane pilota della Marc VDS.

Il ritorno in pista a Sachsering e la rinuncia ai test privati sul circuito di Brno

Sarà proprio a Sachsering, dove il prossimo week-end si terrà il Gp di Germania [VIDEO], che Franco Morbidelli potrà tornare in pista.

"Lo scorso anno ho vinto per la sesta volta su quella pista e sono diventato leader della classifica. Ho dei bei ricordi", ha dichiarato il motociclista. Fino a qualche giorno fa la situazione era, invece, ancora incerta e "Morbido" aveva così scritto su motogp.com: "Non è ancora sicuro che potrò partecipare al GP di Germania, ma ci sto lavorando. Ho già messo un tutore e devo attendere quello che mi diranno i medici nelle prossime visite. Occorre aspettare una settimana per vedere come va la rottura e lo stato di calcificazione". Il giovane pilota, dovrà, invece, dire no ai test privati del suo team sul circuito di Brno, nella Repubblica Ceca, previsti per questa settimana.