Alla sua prima uscita come pilota ufficiale della Ferrari, Charles Leclerc ha già impressionato tutti [VIDEO]. Il driver monegasco, infatti, nella seconda giornata dedicata ai test di Abu Dhabi ha stampato i migliori tempi sia nella prima che nella seconda sessione di prove, lasciando intendere di avere il talento e la personalità giusti per lottare per le prime posizioni alla guida della sua monoposto numero 16.

Inevitabilmente, si sta già parlando nell'ambiente della Formula 1 di Leclerc come potenziale candidato al titolo di campione del mondo già per la stagione 2019.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Formula 1

Sulla questione è intervenuto di recente Jacques Villeneuve, il quale ha dimostrato di avere le idee piuttosto chiare sul futuro del talento 21enne con la Ferrari. L'ex pilota di Williams e Bar innanzitutto ritiene che sia troppo presto per vedere il "gioiellino" del Principato di Monaco già in lizza per l'iride il prossimo anno, ritenendo che soprattutto nei primi Gran Premi avrà bisogno di adattarsi a gestire il peso di un volante leggendario come quello del "cavallino rampante" anche se, al contempo, non ha escluso che il nuovo compagno di squadra di Sebastian Vettel possa riservare qualche bella sorpresa.

Villeneuve, infatti, considera fondamentale la presenza di Jock Clear accanto a Charles Leclerc, definito la "persona giusta" per seguirlo nel suo percorso di crescita e maturazione nella scuderia di Maranello. Nonostante ciò, il campione del mondo di Formula 1 1997 ha ribadito ai microfoni di Sky che per vedere fin da subito l'ex Alfa Romeo-Sauber in battaglia per il mondiale piloti servirebbe una "Ferrari dominante". Allo stesso tempo, però, se il talento monegasco non potrà competere per l'iride, è pur vero - secondo l'ex driver 47enne - che il nuovo portacolori della "rossa" non ci terrà a fare da comparsa e a spalleggiare Sebastian Vettel nella sua sfida infinita a Lewis Hamilton e alla Mercedes, asserendo con decisione: "Leclerc non andrà alla Ferrari per aiutare alla Bottas".

Dunque, in un colpo solo, Jacques Villeneuve ha voluto avvisare sia il campione tedesco della Ferrari, sia lanciare l'ennesima frecciatina a Valtteri Bottas, il cui comportamento da fido scudiero di Hamilton in Mercedes quest'anno non gli è mai piaciuto.

Del resto, anche al termine del Gran Premio di Abu Dhabi (ultima corsa della stagione 2018), l'ex pilota aveva pesantemente criticato la prestazione e l'annata del driver finlandese, etichettandolo come "imbarazzante" in pista, e aggiungendo con un pizzico d'ironia che il prossimo anno nel team tedesco si rischia che lo scambino per Ocon. Infine, tracciando un bilancio della stagione del 29enne di Nastola, ha dichiarato: "Quest'anno è stato al livello di quel che si pensava fosse quand'era in Williams".

Villeneuve e la "fame mondiale" di Vettel

Sebastian Vettel, a partire dalla stagione 2019 di Formula 1, dunque, secondo il parere di Jacques Villeneuve non potrà e non dovrà fare troppo affidamento sul giovane compagno di squadra Leclerc, il quale avrà l'ambizione di lottare per primeggiare a bordo della "rossa", non di fare da comprimario per aiutare il ben più titolato collega a vincere il quinto titolo mondiale in carriera [VIDEO].

A proposito della caccia all'iride da parte del fuoriclasse tedesco, l'ex Williams ha rivelato che questi possiede la personalità e tutte le motivazioni per mandare in archivio una seconda parte della stagione 2018 che per lui è stata avara di soddisfazioni, e per ripresentarsi al via a marzo in piena forma per andare nuovamente all'attacco di Hamilton.

Del resto, per Villeneuve l'obiettivo principale di Vettel è quello di "vincere senza la Red Bull", per dimostrare una volta per tutte che i quattro titoli conquistati fino ad ora non sono stati frutto dello strapotere della vettura anglo-austriaca, ma del suo talento cristallino.