Pubblicità
Pubblicità

Continua il momento d'oro per Danilo Gallinari che gioca da stella per i suoi Clippers. La vittoria di questa notte contro Chicago porta la sua firma: 27 punti, 7 rimbalzi, 2 assist, con la percentuale al tiro oltre il 70%, sia da due che da tre. Senza monopolizzare il gioco, naturalmente, ma contando sul supporto di Montrezl Harrell e di Lou Williams, nonché sulla saggezza di coach Doc Rivers che sta riuscendo quasi ad assicurare ai suoi il posto ai Playoff. Forse l'ottavo, forse il settimo, si vedrà a seconda di come i San Antonio Spurs e gli Utah Jazz gestiranno questo finale di stagione - dietro, poi, ci sono Kings, T-Wolves e Lakers.

Pubblicità

Gli Spurs continuano con la serie positiva dopo un breve periodo critico: vittoria nella notte contro i New York Knicks, con LaMarcus Aldridge che domina sotto canestro - ma di misura - contro DeAndre Jordan. Ennesima sconfitta per i Lakers che giocavano senza LeBron James: 111 a 97 in casa Pistons, con un Andre Drummond da 23 rimbalzi - sottotono Blake Griffin che tira con percentuali basse.

Straordinari Antetokoumpo e Embiid: allungano Phila e Milwaukee

Nella Eastern Conference arrivano conferme da Philadelphia e da Milwaukee: Phila fa 123 a 114 contro i Sacramento Kings (sempre più difficile il loro inseguimento a ovest) con Joel Embiid che mette a referto 21 punti e 17 rimbalzi.

La squadra gira tutta, ottime prestazioni anche per Butler, Simmons e Harris, i 76ers saranno durissimi da affrontare in post-season. I Bucks sembrano non avere rivali: anche Miami che nelle ultime settimane aveva ritrovato l'armonia necessaria per giocarsi i Playoff (ritrovando anche Goran Dragic) si ferma contro la capolista, imbattendosi in Giannis Antetokoumpo che sembra proprio voler diventare MVP di questa regular season: 33 punti, 16 rimbalzi, 9 assist per il greco-nigeriano. Ora gli Heat se la giocheranno nella prossima gara contro gli Hornets - vincenti nella notte contro Washington - di Kemba Walker: uno scontro diretto per l'ottavo posto (ma attenzione agli Orlando Magic).

Pubblicità

Vincono Houston e Portland, a ovest continua la corsa al terzo posto

Sempre più serrata la battaglia per il terzo posto nella Western Conference: con Oklahoma a riposo Houston e Portland scavalcano i Thunder e si piazzano rispettivamente terzi e quarti. I Rockets senza Chris Paul si affidano a James Harden che risponde con 41 punti - ma attenzione al 3 su 11 da tre. Vittoria per 108 a 102 contro i Suns che resistono quasi fino alla fine con i 29 di Devin Booker e la doppia doppia di DeAndre Ayton.

I Portland Trail Blazers approfittano dell'assenza di Anthony Davis e battono i Pelicans 122 a 110: domina Lillard, CJ McCollum e Rodney Hood non sbagliano da tre, Nurkic prende 12 rimbalzi, partita perfetta per i Blazers che sarà interessante osservare in post-season.