Da poco è stato comunicato l'orario delle finali della Champions League di volley, sia femminile che maschile. La data, tanto attesa dagli appassionati della Pallavolo, è il 18 maggio. Sede delle finali sarà il Max-Schmeling-Halle di Berlino.

Finali che riguardano da vicino il Bel paese in quanto l'atto conclusivo del torneo femminile sarà tinto dei colori della bandiera italiana con la sfida tra Igor Gorgonzola Novara e Imoco Volley Conegliano, mentre tra gli uomini il vessillo italiano sarà la Lube Civitanova che proverà a fermare i russi dello Zenit Kazan, campioni in carica.

Pubblicità
Pubblicità

Finale femminile: Igor Gorgonzola Novara-Imoco Volley Conegliano

La partita in programma tra le due compagini italiane potrebbe essere una rivincita dell'ultima finale scudetto vinta dal team veneto lo scorso aprile.

Pubblicità

Inoltre, il Conegliano può ulteriormente migliorare il risultato della scorsa annata europea, dove chiuse al terzo posto. Invece, per Novara il risultato conseguito quest'anno è nettamente superiore alle aspettative dopo l'eliminazione nei play off a sei di un anno fa.

La cavalcata europea di Imoco Conegliano è stata meno rosea delle previsioni e la qualificazione è arrivata solo per un punto ai danni delle tedesche di Schweriner nella fase a gironi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pallavolo

Le venete si sono piazzate al secondo posto alle spalle delle connazionali della Savino del Bene Scandicci.

Nella fase a gironi Novara ha brillato vincendo tutte e sei le sfide, non concedendo neppure un set alle avversarie Budowlani Lodz, RC Cannes e Minchanka.

Nei quarti di finale, il doppio confronto sorride a Novara e Conegliano che superano rispettivamente MTV Stoccarda e Eczacibasi. Tuttavia, le campionesse italiane di Conegliano hanno strappato l'accesso alla fase finale solo al Golden set vinto 15 a 10.

Le semifinali hanno visto un doppio confronto Italia-Turchia. Le campionesse europee del VakifBank sono state le avversarie del Novara, mentre Conegliano ha incontrato il Fenerbahce. Nel doppio confronto Egonu e compagne hanno faticato parecchio perché, dopo aver vinto in Turchia per tre set a zero, hanno perso in casa con analogo punteggio. Al golden set è arrivato il tiratissimo 16-14, che è valso la finale.

Pubblicità

Per le venete è bastato un doppio 3-0.

La finale del 18 maggio è in programma alle 16 e sarà trasmessa da Eurosport.

Finale maschile: Zenit Kazan-Cucine Lube Civitanova

Civitanova ci riprova dopo la sconfitta al tie break di un anno fa. Per Juantorena sarà la quinta finale di Champions League in carriera come dichiarato dall'uomo simbolo della Lube.

Pubblicità

Nella fase a gironi lo Zenit Kazan ha vinto tutte le gare, concedendo appena 4 set ai malcapitati avversari. Mentre, nel girone della Lube [VIDEO] c'era anche l'incomodo Modena Volley. Alla fine, anche i marchigiani hanno conquistato il primato nel proprio raggruppamento precedendo di 7 punti la seconda forza, i polacchi dello ZAKSA.

Nei quarti di finale d'andata sia Lube che Zenit Kazan non hanno incontrato difficoltà nelle gare d'andata, mentre i russi hanno rischiato parecchio nel ritorno contro i polacchi del Trefl Gdansk, eliminati solo al golden set.

Le semifinali vedevano la Lube sul parquet del Skra Belchatow, mentre lo Zenit Kazan doveva fronteggiare i campioni italiani della Sir Safety Perugia. Per i marchigiani la gara non è stata complicata, anzi c'è stata una doppia vittoria con sei set vinti e zero concessi agli avversari. Per i detentori del trofeo le partite con Perugia sono state estremamente aperte e combattute, ma decise dal superiore tasso tecnico dei russi.

La finale di Berlino può continuare l'epopea russa che dura ormai da quattro stagioni. Per Juantorena e compagni sarebbe la seconda dopo quella della stagione 2001-2002. La partita sarà in programma alle 19 del giorno 18 maggio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto