La 106ª edizione del Tour de France prenderà il via sabato 6 luglio 2019. La 1ª tappa avrà Bruxelles come sede di partenza e arrivo. Si tratterà di una frazione di 194,5 Km, che nella parte iniziale presenterà due GPM, tra cui il leggendario Muro di Grammont, che caratterizza il Giro delle Fiandre, vinto quest’anno da Alberto Bettiol. Purtroppo sarà molto lontano dal traguardo e non farà certo differenza.

Dunque, rimarrà una frazione adatta ai velocisti, nonostante un profilo altimetrico fatto di continui saliscendi.

Il Tour de France partirà per la seconda volta nella storia dalla capitale del Belgio. Nel 1958 vinse André Darrigade la frazione che arrivava a Gand. Il francese, vincitore di 22 tappe alla Grande Boucle, conquistò anche la Maglia Gialla. Sarà ad appannaggio di velocisti anche la 1ª tappa di quest’anno, con diversi pretendenti al successo.

Peter Sagan, che sarà al via del Tour de France senza maglia di campione slovacco e campione del mondo, cosa che non succedeva da diversi anni, punterà subito a contraddistinguersi nel gruppo, cercando di indossare la Maglia Gialla. Non sarà certo una passeggiata, vista la concorrenza. Tra i favoriti ci saranno anche Dylan Groenewegen ed Elia Viviani, senza dimenticare Caleb Ewan e l’ormai veterano Mark Cavendish. In attesa di scoprire chi conquisterà il primo successo al Tour de France, diamo un’occhiata al percorso di gara.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Planimetria e altimetria della 1ª tappa

Si partirà da Bruxelles e ci si dirigerà verso le Fiandre transitando da Ninove. Successivamente si affronterà il Muro di Grammont, un’icona della classica fiamminga di primavera. La salita misurerà 1,2 Km, con pendenze medie al 7,8%. Poco dopo la metà si toccheranno punte del 13%. Una volta superato il GPM di 3ª categoria, si scenderà fino ad Atembeke, dopodiché si tornerà a salire lungo le rampe del Bosberg (GPM di 4ª categoria).

Si tratterà di uno strappo di 1 Km, con pendenze medie al 6,4%. A questo punto della gara si farà più semplice il percorso, anche se non mancheranno i saliscendi fino al traguardo. Prima di giungere a Charleroi, i corridori transiteranno da Braine-le-Comte e Seneffe.

Successivamente si percorrerà il settore in pavé di Thiméon di 1,9 Km, che precederà lo sprint del traguardo volante situato a Les Bons Villers.

Si proseguirà in direzione di Waterloo, dopodiché si giungerà ad Overijse. L’ultimo tratto riporterà i corridori a Bruxelles. L’arrivo sarà posizionato sull’Avenue du Parc Royal, davanti allo Château de Laeken. Le ultime centinaia di metri non saranno completamente pianeggianti, ecco per cui potrebbe spuntarla un corridore come Peter Sagan. La diretta tv della 1ª tappa del Tour de France verrà trasmessa su Rai Sport nelle fasi iniziali di gara, dopodiché ci si dovrà spostare su Rai 2 per la parte conclusiva.

Una volta archiviata questa frazione, ci attenderà la cronometro a squadre a Bruxelles, dal Palazzo Reale all’Atomium.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto