Sarà la "The Arena" di Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti) ad ospitare l'attesissimo UFC 242, evento che segnerà il ritorno nell'ottagono del campione dei pesi leggeri Khabib Nurmagomedov. Il 30enne atleta del Daghestan è infatti assente dalla scena dalla vittoria contro la superstar Conor McGregor avvenuta ad ottobre 2018 nel corso di UFC 229. La rissa scatenata nel dopo match con l'entourage dell'irlandese ha portato la promotion a squalificare Khabib e McGregor, con il primo che ha scontato una squalifica di nove mesi.

Il ritorno del campione: Poirier cederà il passo?

Nel lasso di tempo in cui l'imbattuto Nurmagomedov, 27 successi in carriera, è rimasto lontano dal ring, la UFC ha istituito il match per il titolo ad interim. E' qui che è entrato in scena Dustin Poirier, 30enne statunitense, capace di conquistare la cintura ad interim con una convincente vittoria ai punti sul co-sfidante Max Holloway, attuale detentore del titolo dei pesi piuma.

Il match di Abu Dhabi servirà dunque a stabilire un solo ed unico campione nella divisione dei leggeri: sarà Khabib a confermare la sua imbattibilità e riprendersi il suo regno o Poirier riuscirà a sovvertire i pronostici?

Sono infatti in moltissimi a pensare che Nurmagomedov sia il favorito del match, in virtù della sua grandissima abilità nella lotta a terra con cui ha dominato i suoi avversari. Poirier si fa preferire nella boxe, ma anche in questo fondamentale il russo ha dimostrato di sapersi difendere.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Sport Invernali

Nel complesso Khabib si è dimostrato fino ad ora un fighter più completo, capace di imporre la sua legge a chiunque gli sia capitato di fronte. Lo stesso McGregor, ex campione nei piuma e nei leggeri, ha potuto ben poco contro "The Eagle", seppur parzialmente giustificato da un'assenza di quasi due anni. In carriera l'atleta originario del Daghestan ha fino ad ora ottenuto solo vittorie schiaccianti e sono in pochi a vedere in Poirier un rivale capace di impensierirlo.

Lo stato di forma di quest'ultimo potrebbe però suggerire un incontro competitivo anche con un fuoriclasse come Nurmagomedov, deciso a dimostrare la sua superiorità.

In caso di vittoria il russo potrebbe finalmente sfidare Tony Ferguson, colui che è ritenuto da molti lo sfidante più credibile. Lo statunitense ha di recente battuto Donald Cerrone per ko tecnico, confermando il suo status di sfidante.

E' però sempre in auge l'ipotesi di un rematch con McGregor, una soluzione che senza dubbio farebbe felici molti fan e soprattutto genererebbe molto interesse.

Dove vedere l'evento

UFC 242: Khabib vs Poirier sarà trasmesso come ormai di consueto dalla piattaforma streaming DAZN, che si collegherà in diretta con Abu Dhabi a partire dalle 20:00 di sabato 7 settembre 2019. Saranno visibili anche gli altri incontri della main card, ovvero: Taisumov vs Ferreira (leggeri), Blaydes vs Abdurakhimov (massimi), Makachev vs Ramos (leggeri) e Barboza vs Paul Felder (leggeri).

DAZN è visibile in streaming su pc, tablet, smartphone e smart TV, previo abbonamento.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto