Il Circo Bianco riabbraccia la propria regina Mikaela Shiffrin, pronta a tornare in pista dopo quasi due mesi di assenza a causa della dolorosa morte improvvisa del padre Jeff. E’ stata lei stessa ad annunciarlo questa mattina attraverso i suoi profili social: “Sono in partenza per la Scandinavia”. Destinazione Are chiaramente, sede della prossima tappa di Coppa del mondo; un appuntamento fondamentale per le sorti dell’assegnazione del trofeo in uno sprint finale a tre che, assieme all’americana, vede coinvolte Federica Brignone e Petra Vlhova.

Tuttavia, la campionessa del Colorado non nasconde i tanti dubbi che nutre sulle sue reali condizioni: “Non so se gareggerò ad Are”. Aggiungendo e precisando: “Non ho obiettivi; spero solo di sciare bene”, ma affermando anche: “Nella neve sento papà…”

Mikaela Shiffrin, che numeri

Seconda in graduatoria con un ritardo di 153 punti dall’azzurra Federica Brignone, attuale leader della classifica e davanti di 36 lunghezze alla slovacca Petra Vlhova al momento terza, nonostante Mikaela Shiffrin non gareggi dallo scorso 26 gennaio (Bansko, vittoria in super-G) un suo rientro ad Are significherebbe la chance di giocarsi la quarta sfera di cristallo consecutiva.

Con tre Coppe del mondo quindi già portate a casa, tra le altre cose solo una in meno dell’illustre connazionale ma oramai ex sciatrice alpina Lindsey Vonn, 96 podi complessivi di cui 66 più alti che la collocano pertanto a -20 dal record di sempre appartenente al mito Ingemar Stenmark e, ancora per dire sui numeri della statunitense, a un solo successo dai 67 centrati in carriera da un certo Marcel Hirscher, e infine aggiungendo al tutto 2 ori olimpici e 5 titoli mondiali, ecco che la Shiffrin è sulla via che potrebbe un giorno condurla a diventare la più forte sciatrice di ogni tempo, avendo vinto tanto ad appena 25 anni, che compirà il 13 marzo, dunque sulle nevi scandinave e proprio in un giorno di gara.

Coppa del Mondo, gli ultimi appuntamenti

La tappa di Coppa del Mondo di sci alpino femminile ad Are è in programma nel fine settimana del 12, 13 e 14 marzo, rispettivamente con gare di parallelo, gigante, per l’appunto come detto sopra nel giorno del compleanno di Mikaela, e slalom in chiusura, specialità sulla carta favorevoli proprio all’americana, che soltanto il tempo ci dirà però se sarà di nuovo al cancelletto di partenza già dalla prossima settimana sui pendii svedesi.

In conclusione, riguardo agli ultimi appuntamenti stagionali, tra poche ore sarà inoltre reso noto il verdetto ufficiale sulle finali a Cortina in programma sette giorni dopo la tappa scandinava che, in virtù del nuovo decreto-legge Coronavirus, qualora dovessero essere confermate saranno comunque a porte chiuse e quindi senza pubblico.

Segui la nostra pagina Facebook!