L’emergenza sanitaria sembra vicina a fare la prima vittima anche tra le squadre del ciclismo professionistico. Il Team CCC capitanato dal Campione Olimpico Greg Van Avermaet e dall’ex Campione Europeo Matteo Trentin, sembrerebbe essere ormai vicino alla chiusura a causa delle grandi difficoltà economiche del suo main sponsor. L’azienda produttrice di scarpe CCC ha chiuso il primo trimestre dell’anno con una perdita di 75 milioni di euro ed è stata già costretta a chiudere diversi dei suoi negozi sparsi in Europa a causa della crisi sanitaria.

Ciclismo, CCC in crisi

Il futuro del Team CCC sta diventando sempre più preoccupante.

Lo sponsor della squadra diretta da Jim Ochowicz sembra in procinto di ritirare la sua partnership dopo essere stato colpito da una grave crisi economica. L’azienda polacca ha annunciato una perdita di 75 milioni di euro nel primo trimestre del 2020 e sta lottando per la propria sopravvivenza. Il gruppo sta chiudendo diversi negozi ed è intenzionato a chiudere le attività di sponsorizzazione nel mondo dello sport stipulate per il periodo 2020 – 2021. Nel Ciclismo la CCC sponsorizza sia la squadra maschile World Tour di Van Avermaet e Trentin che la squadra femminile CCC-Liv capitanata dalla tre volte Campionessa del Mondo Marianne Vos, ma anche una formazione giovanile affiliata come Continental.

La squadra World Tour ha già toccato i primi effetti della crisi del suo sponsor principale. Parte del personale che compone lo staff tecnico è stato sospeso e ai corridori è stato ridotto l’ingaggio dell’80% da quando la stagione è stata bloccata per l’emergenza sanitaria.

Ochowicz alla ricerca di una soluzione

Il Team manager Jim Ochowicz e i suoi collaboratori stanno cercando una soluzione per garantire la continuità della squadra anche se la CCC dovesse uscire veramente di scena in maniera definitiva. Per scongiurare la chiusura sono necessari nuovi sponsor, impresa certo non facile soprattutto in un momento di generale crisi economica come quello che stiamo vivendo.

L’esperto manager americano aveva mostrato una certa preoccupazione già nelle scorse settimane quando era stata annunciata la sospensione del personale e la riduzione degli ingaggi. "Quando le corse riprenderanno speriamo di poter ripristinare il maggior numero di componenti dello staff e di rivalutare il nostro budget" aveva dichiarato Ochowicz, che è alla guida della formazione fin dai gloriosi anni passati sotto il marchio BMC.

Reduce da una stagione con appena sei vittorie all'attivo, la squadra polacca contava molto sui nuovi innesti che sembravano poter garantire un certo salto di qualità. Oltre a Matteo Trentin erano arrivati nell'ultimo mercato anche il russo Ilnur Zakarin e Fausto Masnada, arrivi che però non avevano ancora permesso alla squadra di sbloccarsi nel conto delle vittorie nei primi due mesi della stagione 2020.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!