La corsa al GOAT, Greatest Of All Times del Tennis, durerà ancora per un po', almeno fino a quando sarà in attività uno degli attuali Fab3, Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal. Nonostante i tanti campionissimi che in passato hanno impugnato una racchetta, la maggior parte degli esperti e dei critici anche più maturi sono concordi nel definire i tre grandi dei nostri tempi i più forti di sempre: vuoi per l'incredibile numero di titoli del Grande Slam messi in bacheca, vuoi per la capacità di restare saldamente ai vertici nonostante abbiano già superato la trentina (Federer veleggia verso gli 'anta'), vuoi per la versatilità di sapersi adattare a superfici diverse ed aver vinto su tutte, anche se è ovvio che, ad esempio, la terra sia il regno di Nadal così come l'erba il campo di battaglia preferito di Federer.

La maggior parte delle vecchie glorie, in una corsa che li interessa da vicino perché ci sono anche loro tra i migliori di sempre, è più o meno d'accordo nel definire Roger, Rafa e Nole i tennisti più forti di ogni epoca, parere condiviso anche da Ivan Lendl che, anche in una recente intervista per la stampa australiana, ha definito Federer il numero uno assoluto in una corsa che, però, non si è ancora conclusa.

'Al momento del ritiro potremo giudicare tutti gli aspetti'

Sono tanti gli aspetti che vengono presi in considerazione nel definire il GOAT, ma in primo luogo c'è il numero di Slam portati a casa. La classifica attuale vede Federer in testa a quota 20 con Nadal che, però, ne ha soltanto uno in meno e che, soprattutto se quest'anno si giocasse il Roland Garros che è stato posticipato alla fine di settembre, avrebbe serie possibilità di eguagliarlo.

Sul rosso, se Rafa è in piena forma, è quasi impossibile batterlo e lo dicono i suoi incredibili numeri: 12 volte campione a Parigi è un record fantascientifico, eppure reale. Djokovic insegue a 17, dopo la sua vittoria agli Australian Open dello scorso gennaio ed essendo il più giovane del trio è quello che ha maggiori probabilità, probabilmente, di migliorare ulteriormente il record.

Così, nel corso della chiacchierata con l'australiano 'Channel Nine', Ivan Lendl ha ribadito che saranno i Major vinti a decretare il GOAT. "Si tratta di una bella lotta tra loro su chi vincerà il maggior numero di Slam, Federer è in vantaggio ma siamo ancora lontani dalla fine e per i pochi che non lo ricordano, Nadal ha solo una lunghezza di distacco.

Nel momento in cui si ritireranno tutti potremo giudicare le loro carriere sotto tutti gli aspetti, credo comunque che chi avrà vinto il maggior numero di Major sarà il GOAT". L'ex tennista cecoslovacco naturalizzato statunitense raccomanda di non farsi influenzare dalla popolarità. "Non è detto che il più popolare sia necessariamente il più forte" e crediamo che il riferimento sia a Roger Federer, certamente il tennista più amato, contrariamente a Novak Djokovic che molti continuano a vedere come una sorta di 'terzo incomodo' nonostante abbia già dimostrato ampiamente di brillare di luce propria.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!