Julian Alaphilippe riprende in mano il sogno interrotto un anno fa a due giorni dalla fine del Tour de France. Il campione della Deceuninck Quickstep si è aggiudicato la seconda tappa, con partenza ed arrivo a Nizza, conquistando anche quella maglia gialla che nella scorsa edizione difese per due settimane spinto dal tifo di tutta la Francia. Alaphilippe è scattato sull’ultima salita di giornata, la cote de Quatre Chemins, inseguito prima da Hirschi e poi da Adam Yates. L’arrivo è stato con una volata a tre in cui il corridore francese ha avuto la meglio. Per gli equilibri della classifica generale l’altra notizia importante della giornata è il ritardo di Daniel Felipe Martinez, il vincitore del recente Delfinato che è stato condizionato da una caduta.

Tour de France, Sagan subito in fuga

Anche la seconda tappa di questo Tour de France prevedeva avvio e traguardo a Nizza, con un percorso più difficile rispetto a ieri dal punto di vista altimetrico ma per fortuna senza il maltempo che ha flagellato la tappa inaugurale.

Subito si è formata al comando una fuga di otto corridori con Trentin, Sagan, Skujins, Gogl, Asgreen, Perez, Cosnefroy e Postlberger.

Trentin ha conquistato il traguardo intermedio posto nella prima parte del percorso, con Sagan al secondo posto, poi è stato ripreso a causa di una foratura.

Il gruppo non ha però mai concesso spazio alla fuga. Sul Col de Turini, la salita più lunga della tappa, anche Sagan è rimasto staccato, dimostrando però con questa fuga tutta la sua determinazione nella caccia all’ennesima maglia verde.

Jumbo Visma in controllo

Il col de Turini ha eliminato dal gruppo tutti i velocisti, tra cui anche la maglia gialla Alexander Kristoff, e le redini della corsa sono passate alla Jumbo Visma che ha tirato quasi ininterrottamente.

La fuga iniziale si è esaurita a circa 40 km dall’arrivo, all’inizio del col d’Eze, dove la Deceuninck Quickstep ha cercato di aumentare l’andatura con Devenyns. La Jumbo ha poi ripreso in mano la guida del gruppo controllando la situazione e la salita è passata senza nessun attacco, con una cinquantina di corridori insieme allo scollinamento.

E’ stata invece la discesa a mettere in difficoltà uno dei corridori più attesi di questo Tour de France, il vincitore del Delfinato Daniel Felipe Martinez. Il colombiano è caduto ed è stato costretto ad un lungo inseguimento aiutato da Carthy, riuscendo a rientrare ormai in vista della salita finale alla cote de Quatre Chemins. Lo sforzo profuso e i colpi rimediati nella caduta hanno però lasciato il segno su Martinez, che si è subito staccato sull’ascesa finale.

Colpo doppio di Alaphilippe

La Deceuninck ha di nuovo alzato il ritmo sulla salita de Quatre Chemins, preparando il terreno per l’affondo di Julian Alaphilippe che puntualmente è arrivato. Il corridore francese ha attaccato con la solita grinta, inseguito dal giovane svizzero Marc Hirschi, che è riuscito a raggiungerlo.

I due si sono poi visti arrivare addosso anche Adam Yates, uscito dal gruppo verso metà salita. La Jumbo Visma ha rallentato la rincorsa in questa fase, complice una banale caduta di Dumoulin che è stato urtato da Kwiatkowski. Nessun’altra squadra ha dimostrato di avere forza e coraggio per forzare l’inseguimento, lasciando così la strada spianata a Alaphilippe, Hirschi e Yates che sono andati a giocarsi il successo in volata nonostante un vistoso rallentamento nel finale.

Alaphilippe è partito ai 200 metri finale approfittando di un Hirschi rimasto colpevolmente a qualche metro di distanza.

Lo svizzero ha poi rimontato, senza però riuscire ad affiancare Alaphilippe che è andato a vincere. A 2’’ Van Avermaet ha vinto la volata del gruppo per la quarta piazza. Con il successo di tappa e gli abbuoni, Alaphilippe ha conquistato anche la maglia gialla nel più classico doppio colpo. Il francese ha 4’’ su Yates, 7’’ su Hirschi e 17’’ su Higuita e gli altri uomini di classifica. Martinez, ha concluso la tappa con 3’38’’ di ritardo, perdendo così terreno pesante per la sue opzioni nella classifica generale.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!