Mentre la stagione sta volgendo al termine con le ultime tappe della Vuelta Espana, il mondo del Ciclismo guarda già con interesse e un po’ di preoccupazione al 2021. Tra corse che hanno già annunciato la cancellazione per la prossima stagione, su tutte il Tour Down Under, e squadre che stanno per uscire di scena, come CCC e NTT, a causa della crisi che sta attanagliando molti sponsor, il ciclomercato sta procedendo un po’ a rilento. I soldi e gli spazi a disposizione nelle squadre non sono molti e per diversi corridori si sta facendo più concreto l’incubo del ritiro o di una sistemazione di scarso valore economico e tecnico.

Deceuninck con 28 corridori

A testimoniare le difficoltà che stanno vivendo molti corridori per trovare una squadra con cui continuare la carriera sono le dichiarazioni rilasciate da Patrick Lefevere, esperto Team manager della Deceuninck Quickstep. Lefevere ha di fatto già concluso il suo mercato con una serie di rinnovi contrattuali. Il manager belga ha spiegato al giornale Het Nieuwsblad di non avere budget a disposizione per ingaggiare ulteriori corridori e che l’organico per il 2021 sarà composto dai 28 confermati che hanno vestito la maglia Deceuninck in quest’ultima stagione.

“Non cerco corridori ma loro cercano me. E non solo corridori, la mia cassetta delle lettere è piena di candidature di massaggiatori, direttori sportivi e meccanici” ha dichiarato Lefevere testimoniando come il momento sia molto critico e come molti atleti e persone degli staff tecnici siano molto probabilmente destinati a rimanere senza un contratto.

Bardiani rivoluzionata

In controtendenza con questo ciclomercato piuttosto fermo c’è il grande rinnovamento proposto dalla Bardiani CSF Faizanè. Reduce da un paio di stagioni difficili la squadra di Bruno e Roberto Reverberi ha deciso di cambiare radicalmente il suo approccio, che da molti anni ruotava unicamente sui corridori italiani e soprattutto sui neoprofessionisti.

La Bardiani 2021 ha aperto le sue porte anche agli stranieri ed ha alzato molto l’età media dell’organico con l’obiettivo di dare ai giovani dei punti di riferimento che possano ottenere subito dei risultati e preparare il cambio generazionale.

I nuovi arrivi per il 2021 sono 10, portando l’organico a ben 22 corridori, una cifra davvero ragguardevole per un team Professional.

Il grande colpo è stato l’ingaggio di Giovanni Visconti, 37 anni ma ancora tanta voglia di mettersi in gioco e pensare in grande. “Con i dovuti paragoni, mi piacerebbe riuscire a fare quello che Ibrahimovic ha fatto nel Milan, cogliendo ancora risultati personali e aiutando i tanti giovani promettenti a tirare fuori il meglio da se stessi correndo da squadra” ha dichiarato Visconti.

L’altro corridore di qualità ed esperienza ingaggiato dalla Bardiani è Enrico Battaglin, lanciato dai Reverberi quasi un decennio fa e poi passato in squadre World Tour con risultati altalenanti. Gli altri otto nuovi corridori della Bardiani sono il costaricano Kevin Rivera, il colombiano Johnatan Canaveral, ed ancora Davide Gabburo, Andrea Garosio, Umberto Marengo, Tomas Trainini, Enrico Zanoncello e Samuele Zoccarato.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!