Prenderà il via domani, venerdì 4 dicembre, un mese di grande boxe che chiuderà un'annata particolarmente insolita a causa della pandemia che ha fatto saltare numerosi eventi. Alla Wembley Arena di Londra andrà infatti in scena il match tra Billy Joe Saunders e Martin Murray, valido per il titolo mondiale WBO dei pesi supermedi detenuto dal primo. Il match valido per il mondiale WBO dei pesi supermedi tra Billy Joe Saunders e Martin Murray sarà trasmesso in diretta streaming in esclusiva su Dazn a partire dalle 20 di venerdì 4 dicembre 2020. Oltre al match principale saranno trasmessi anche i match di contorno, tra cui la sfida tra i pesi leggeri James Tennyson e Josh O'Reilly e il titolo Internazionale WBO dei supermedi tra Zach Parker e Cesar Nunez.

Dazn è visibile previo abbonamento su pc, smartphone, tablet e smart TV.

Saunders: contro Murray per puntare più in alto

Il campione in carica, il 31enne inglese Billy Joe Saunders, arriva a questo match con tutti i favori del pronostico. Imbattuto in 29 incontri (con 14 vittorie per ko), Saunders vanta un palmares di tutto rispetto ed è uno dei nomi di punta della boxe britannica a livello mondiale. In carriera ha conquistato il titolo mondiale sia nei medi che nei supermedi, oltre al titolo europeo dei pesi medi. La sua prima cintura iridata, il WBO dei pesi medi l'ha ottenuta nel 2015 a spese dell'irlandese Andy Lee, per poi difenderla in tre occasioni fino al 2017. Spesso il suo nome è stato accostato a quello di altri campioni come Gennady Golovkin o Canelo Alvarez, detentori a loro volte di cinture nei pesi medi, ma il "super match" per Saunders non è mai arrivato.

L'inglese ha rischiato di incrociare i guantoni con Alvarez anche di recente, ma il messicano ha puntato tutto sulla sfida con Callum Smith per il titolo WBA Super dei supermedi. Non è escluso che "Superb", in caso di vittoria contro Murray , possa sfidare il vincente di Canelo vs Smith in un match di riunificazione che avrebbe senza dubbio un grande fascino.

Saunders, campione WBO dei supermedi dal maggio 2019, è reduce dal match vinto per ko contro Coceres nel novembre 2019 e, dopo un anno di lontananza dal ring, desidera ripresentarsi al meglio per prepararsi a sfide di alto livello.

Murray, con Saunders l'ultima grande occasione

Se Saunders è in cerca di conferme, in attesa di incontri ancora più affascinanti contro gli altri campioni dei supermedi, per Murray quella della Wembley Arena è l'ultima occasione.

L'ormai 38enne del Merseyside ha avuto fin qui una grande carriera, che lo ha visto conquistare il titolo del Commonwealth e diversi titoli internazionali minori. Spesso nei piani alti della classifica dei pesi medi, Murray ha combattuto già quattro volte per un titolo mondiale, ma ha però sempre mancato il bersaglio. Molto discutibile il verdetto di parità che nel 2011 gli impedì di soffiare il titolo WBA al tedesco Felix Sturm. In seguito l'inglese ha perso i suoi match mondiali con mostri sacri del ring come l'argentino Sergio Martinez e il kazako Golovkin tra i medi, per poi mancare anche l'ultima opportunità mondiale nel 2015 contro Abraham tra i super medi. Con uno score di 39 vittorie, 5 sconfitte ed 1 pareggio, Murray si gioca a Wembley l'ultima possibilità di diventare campione del mondo, ma a 38 anni dovrà compiere una vera e propria impresa.

Segui la pagina Sport Invernali
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!