La disputa sul GOAT continua ad animare i dibattiti di giornalisti, tifosi e anche tennisti del passato. In quest'ultimo caso ha espresso il proprio parere anche Pat Cash intervistato a Puntodebreak, citando quella che secondo lui è la gerarchia dei ''Big 3'', i campioni più forti e vincenti dell'era moderna ovvero Rafa Nadal, Roger Federer e Novak Djokovic. Sebbene lui si dichiari ''innamorato'' del gioco di King Roger ed è assolutamente entusiasta nell'assistere alle sue partite, a suo modo di vedere il più forte è Djokovic.

'Novak può battere Rafa e Roger sulle loro migliori superfici'

L'ex numero 4 del mondo e vincitore di Wimbledon nel 1987 inizia con un netto ''distinguo''.

"Se devo scegliere quale tennista guardare, allora scelgo Roger Federer, amo vedere le sue partite. In questa mia classifica di preferenze personali metto Rafa Nadal al secondo posto, ma se devo indicare il migliore dei tre è senza dubbio Novak Djokovic". Cash lo definisce "un mostro", spiegando che ha dimostrato di poter "battere Rafa e Roger sulle loro migliori superfici", ovvero la terra rossa e l'erba. "In tanti definiscono Federer il miglior tennista di tutti i tempi, ma secondo me è il secondo del suo tempo. Dunque credo non possa essere considerato il migliore di sempre se non è nemmeno il numero uno della sua epoca".

Un dibattito infinito

Se da un lato è difficile definire il GOAT in qualunque disciplina sportiva, proprio perché è arduo mettere a confronto atleti di epoche storiche diverse visto le palesi differenze e le evoluzioni in ambito sportivo, il fatto di trovarsi di fronte in contemporanea a tre fenomeni come Nadal, Federer e Djokovic rende altrettanto complesso il dibattito.

Tutti sono abbondantemente in doppia cifra di tornei del Grande Slam vinti, Rafa e Roger a quota 20 con Nole che insegue a 17, tutti hanno realizzato record destinati a durare molto a lungo come le 237 settimane consecutive in vetta al ranking di Federer e le 8 vittorie a Wimbledon del fuoriclasse svizzero, oppure i 13 successi al Roland Garros di Nadal e i 60 complessivi dello spagnolo sulla terra.

Djokovic detiene il record di vittorie negli Australian Open a quota 8 e si sta avvicinando al record di Federer di settimane complessive in vetta al ranking, è a quota 297 ed ha già messo nel mirino le 310 settimane del campione elvetico. Il parere di Cash in fin dei conti è personale, ma anche estremamente obiettivo e Djokovic, nella sua classifica di preferenza, è addirittura il terzo.

Alla luce di tre grandissime personalità del Tennis che si sono fronteggiate in questi anni lasciando solo le briciole agli avversari e hanno primeggiato su tutte le superfici, riteniamo che i pareri alla fine possano essere solo il frutto di considerazioni personali. Una sola certezza, considerato che sono tutti oltre i 30 anni e Federer svolterà per i 40 nel 2021: sarà difficile colmare il vuoto quando tutti appenderanno le rispettive racchette al fatidico chiodo.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!