Manca poco meno di una settimana al 22 dicembre, data di inizio ufficiale del campionato Nba 2020/2021. Quest'anno si giocheranno 72 partite invece delle canoniche 82 (l'inizio è ritardato rispetto al solito, con l'obiettivo di chiudere le Finals prima dell'inizio delle Olimpiadi di Tokyo) ed è già tempo di pronostici. Chi riuscirà a scalzare i Lakers dal trono conquistato nella bolla? Bucks e Clippers riusciranno ad arrivare in finale? Miami sarà ancora protagonista?

Le favorite per l'anello

I Los Angeles Lakers erano tra le favorite per la vittoria lo scorso anno e lo saranno anche in questa stagione: la prima avventura della coppia LeBron James-Anthony Davis si è chiusa con il trionfo su Miami (dedicato alla memoria di Kobe Bryant) e il mercato ha detto che i gialloviola si sono addirittura rinforzati.

Via Rondo e Howard, sono arrivati il miglior sesto uomo del 2019/2020, Montrezl Harrell, il secondo classificato nella corsa alla miglior riserva, Dennis Schroder e Marc Gasol con la sua esperienza. Saranno ancora la squadra da battere.

Proveranno a metter loro i bastoni tra le ruote due delle deluse dello scorso anno: i Los Angeles Clippers e i Milwaukee Bucks. I primi hanno rinnovato il contratto di Paul George e si sono rinforzati con Ibaka, Batum e Kennard. I secondi hanno ottenuto Jrue Holiday, pezzo pregiato della free agency e hanno puntellato la panchina con Portis e D.J Augustin.

Nel ruolo di outsider attenzione anche ai Golden State Warriors. I gialloblù avranno Curry per tutta la stagione ma l'ennesimo brutto infortunio di Klay Thompson sembra toglierli definitivamente dalla corsa per il titolo.

A est, Bucks permettendo, la lotta per la finale sarà molto probabilmente tra i Brooklyn Nets dei rientranti Kevin Durant e Kyrie Irving e i Miami Heat, vice campioni in carica. Il team di New York con il nuovo arrivato Steve Nash in panchina promette spettacolo a ogni uscita. La franchigia della Florida ha dalla sua la consapevolezza di potersela giocare con tutti e ha aggiunto Maurice Harkless e Avery Bradley a un motore già ben rodato.

Le possibili sorprese

Grandi cose si attendono da due franchigie giovanissime ma non per questo meno intriganti: i Dallas Mavericks e i New Orleans Pelicans.

I primi poggiano sulla forza di Luka Doncic e sperano in un Porzingis finalmente a posto fisicamente. I secondi ruotano intorno alla rising star Zion Williamson e hanno in Brandon Ingram un fantastico secondo violino.

Per i playoff ci saranno anche loro.

Gli italiani in Nba: Gallinari, Melli e Mannion

La stella italiana sarà ancora una volta Danilo Gallinari, pronto alla nuova avventura con gli ambiziosi Atlanta Hawks. Probabilmente partirà dalla panchina come sesto uomo di lusso ma i minuti, soprattutto nei momenti cruciali, saranno garantiti.

Inizierà il secondo anno nella Lega Nicolò Melli come riserva delle ali dei Pelicans. Il nuovo tecnico Van Gundy ha sempre amato i lunghi in grado di aprire il campo con il tiro e Nic potrebbe avere un ruolo ancora più importante che nel passato. Molta curiosità, infine, intorno al giovane Nico Mannion, quarantottesima scelta all'ultimo draft e finito ai Golden State Warriors: per lui si prevede una stagione di apprendistato vicino a Stephen Curry.

Segui la pagina Basket
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!