Sarà una giornata speciale quella di domenica 11 luglio per lo sport italiano, che a distanza di poche ore vivrà a Londra due finali epocali. Se la Nazionale di Roberto Mancini contenderà la finale di Euro 2020 all'Inghilterra padrone di casa, Matteo Berrettini avrà l'arduo compito di disputare la finalissima di Wimbledon contro il numero 1 del mondo Novak Djokovic. Una sfida prestigiosa che nessuno osava immaginare solo pochi mesi fa, ma che certifica l'ottimo stato di forma del Tennis italiano in versione maschile.

Berrettini in finale a Wimbledon: è già storia

Il tennista romano è giunto all'atto finale di Wimbledon 2021 dopo aver regolato in quattro set il polacco Hubert Hurcakz, giustiziere di Roger Federer nei quarti e vincitore del Masters 1000 di Miami in stagione. Berrettini ha regolato l'avversario, con il punteggio di 6-3 6-0 6-7 6-4, in poco più di due ore e trenta minuti di gioco. Un match che "Berretto" ha portato in porto con la sicurezza dei campioni, ormai abituato a sfide di un certo livello che ne consolidano i progressi fatti negli ultimi due anni. Con il successo odierno Matteo Berrettini è già nella storia del tennis nostrano, diventando il primo italiano a raggiungere la finale di Wimbledon.

Per quanto riguarda il tennis maschile, la finalissima raggiunta dal nostro portacolori è la prima finale Slam a distanza di 45 anni dalla vittoria di Adriano Panatta al Roland Garros del 1976.

Djokovic in finale come da pronostico: per Berrettini è un tabu

Se per certi versi Matteo Berrettini è una sorpresa, nonostante le ottime prestazioni stagionali e la vittoria al Queen's, Novak Djokovic rappresenta la certezza.

Il serbo, numero 1 del mondo e già vincitore di Australian Open e Roland Garros nel 2021, è arrivato a questo torneo da "vincitore designato", vista l'assenza di Nadal e lo stato di forma precario di Roger Federer. Le nuove leve non hanno poi ancora raggiunto la maturità tale da impensierire un campione navigato come lui nelle partite che contano, cosi come ha dimostrato la vittoria in semifinale contro il canadese Denis Shapovalov.

Djokovic, dopo essere andato in svantaggio di un break nel primo set, ha recuperato lo svantaggio per chiudere il primo parziale sul 7-6. Nel secondo e terzo set "Djoker" ha chiuso con un doppio 7-5, vincendo l'incontro in 2 ore e 44 minuti. A fare la differenza la capacità del numero 1 e campione in carica di Wimbledon di giocare al meglio i punti decisivi, vincendo in tre set pur soffrendo spesso il gioco dell'avversario.

Quello di domenica sarà il terzo match tra Djokovic e Berrettini, con il serbo che ha vinto entrambi i precedenti. L'ultima volta i due si sono affrontati nei quarti del Roland Garros 2021, con il serbo vincente in quattro set. Anche in questo caso sarà lui a partire con i favori del pronostico, con Matteo Berrettini che dovrà regalarsi una partita perfetta per provare a spodestare il dominatore incontrastato del tennis mondiale.

Novità video - Berrettini in finale a Wimbledon: i due punti decisivi
Clicca per vedere

Dove vedere Berrettini-Djokovic in tv

La finalissima di Wimbledon 2021 tra Matteo Berrettini e Novak Djokovic sarà trasmessa in diretta tv su Sky Sport Tennis e Sky Sport 1, rispettivamente canale 205 e canale 201 di Sky, a partire dalle ore 15 (italiane) di domenica 11 luglio 2021.

Sarà possibile seguire il match anche in streaming tramite la piattaforma SkyGo, visibile su smartphone, tablet, pc e smart tv.