Incertezza e confusione continuano a regnare sovrane per quel che concerne le tasse sulla casa 2014; a breve i contribuenti dovranno saldare l’Imu 2014 o Mini-Imu, coda dell’imu 2013, mentre per oggi sarebbe prevista la scadenza della prima rata Tasi (parte, insieme a Tari ed Imu, della nuova Iuc), ma ancora non vi è alcuna certezza su importi e aliquote.



Calcolo Imu 2014 e Tasi: aliquote prima e seconda casa, F24 e conteggio online Comune per Comune - Il 24 gennaio 2014 scade la Mini-Imu

L’unica certezza al momento è che il 24 gennaio 2014 scadrà l’Imu 2014 o Mini-Imu, coda dell’Imu 2013 che dovrà essere versata dai possessori di prime case e relative pertinenze che hanno fruito, lo scorso dicembre, del provvedimento di esenzione dalla seconda rata Imu 2013.



L’Imu 2014 o Mini-Imu sarà pagata nei 2.300 Comuni (su un totale di circa 8.000) che hanno sfruttato lo spazio di discrezionalità accordatogli dalla Legge per innalzare l’aliquota standard posta al 4 per mille. Il calcolo non è particolarmente complesso - una volta calcolato quanto si sarebbe dovuto pagare con l’aliquota a norma di legge e quanto si deve invece pagare stante l’aliquota deliberata dal Comune di residenza bisogna impostare la differenza tra le due somme e calcolare su quest’ultima il 40% - ma migliaia di contribuenti si trovano in questo momento in difficoltà, sia per via di una generale problematicità a comprendere come si sia comportato il proprio Comune sia per via di un globale stato di confusione innescato dalla mancanza di comunicazioni chiare e precise ai cittadini.



Oltre alla possibilità di contattare l’ufficio tributi, ogni cittadino reca facoltà di affidarsi ai simulatori e calcolatori online; particolarmente intuitivo il calcolatore messo a disposizione da amministrazionicomunali.it, un software in grado di elaborare in tempo reale l’esatta cifra da dover pagare.



Per l’effettuazione del calcolo dell’Imu 2014 o Mini-Imu è necessario che il contribuente inserisca alcuni dati personali - tipologia dell’immobile posseduto, rendita catastale, Comune di residenza e simili - e al termine della procedura potrà stampare il modello F24 indispensabile al pagamento.

Calcolo Imu 2014 e Tasi: aliquote prima e seconda casa, F24 e conteggio online Comune per Comune - Caos Aliquote Tasi

Ancora incertezze e confusione anche sulla Tasi 2014 e sulle aliquote prima e seconda casa; dopo essere state inizialmente fissate  al 2,5 e al 10,6 per mille, è stato statuito che i Comuni possano incrementarle sino al 3,5 e all’11,6 per mille, il tutto esclusivamente per potersi procacciare le risorse sufficienti a coprire le detrazioni.



Tradotto significa gettiti quasi dimezzati rispetto alla precedente Imu e bilanci comunali a rischio. Gli importi che i contribuenti sono chiamati a versare in riferimento al possesso della casa sono più che raddoppiati rispetto all’Ici, e la cancellazione dell’Imu (da molti salutata come una manna dal cielo) si sta in realtà rivelando un’arma a doppio taglio.



Per non parlare delle promesse non mantenute, come la ventilata e mai effettuata cancellazione dell’Imu 2014 o Mini-Imu (qualche giorno fa è anzi arrivata la conferma circa l’obbligo di corrispondere il tributo) o ancora la promessa, puntualmente disattesa, di non dover versare interessi o more in caso di erronei versamenti della seconda rata Imu 2013.



Qualche milione di contribuenti attende novità nelle prossime ore.