Il calcolo degli importi della #Tasi e dell'Imu preoccupa in questi giorni milioni di italiani. E in particolare chi vive nelle città, come Torino, che hanno deliberato le aliquote Tasi entro il 23 maggio, per i quali non scatta la proroga decisa dal governo e il pagamento della prima rata va effettuato entro il 16 giugno.

Tra questi centri, dicevamo, anche il Comune di Torino: vediamo tutte le informazioni utili per il calcolo delle imposte nel capoluogo piemontese. Aliquote, detrazioni e informazioni provenienti direttamente dall'amministrazione comunale, nella persona dell'assessore ai Tributi Gianguido Passoni. Buone notizie, in particolare, per gli affittuari, che per volontà dell'amministrazione non dovranno pagare alcuna quota della Tasi.

Ma andiamo con ordine.

Calcolo Imu e Tasi: la guida

Gli importi di Tasi e Imu per 2014 si calcolano a partire dalla stessa base imponibile: si prende la rendita catastale dell'abitazione, la si rivaluta del 5% e si moltiplica il risultato per il coefficiente che varia in base al tipo di immobile (per le abitazioni è pari a 160). Su questo valore si applica l'aliquota comunale, con le eventuali detrazioni deliberate (nel caso della Tasi).

Per il calcolo ci si può affidare anche a calcolatori online gratuiti, come quello presente sul sito www.amministrazionicomunali.it.

Calcolo Imu e Tasi per Torino: le aliquote e le detrazioni

Per quanto riguarda il calcolo dell'Imu 2014, il Comune di Torino ha deliberato le stesse aliquote dello scorso anno, confermando l'aliquota del 5,75 per mille per le abitazioni affittate con contratto a canone convenzionato.

I migliori video del giorno

Per i fabbricati di lusso, invece, l'aliquota 2014 è salita dal 5,75 al 6 per mille.

Capitolo Tasi 2014: a Torino viene applicata alle sole abitazioni principali (diverse dalle case di lusso) e prevede una aliquota del 3,3 per mille. Ricordiamo che la somma delle aliquote della Tasi e dell'Imu per ciascuna tipologia di immobile non può essere superiore all'aliquota massima consentita dalla legge statale per l'Imu.

Le detrazioni sono di 110 euro per chi ha una rendita catastale fino a 700 euro e 30 euro per ogni figlio sotto i 26 anni.

Calcolo Tasi 2014: nessuna quota a carico degli affittuari

Per legge, una quota della Tasi (tra il 10 e il 30%) può gravare sugli inquilini dell'immobile, a discrezione delle singole amministrazioni comunali. Ma il comune di Torino ha deciso di non prevedere alcuna percentuale a carico degli affittuari. "Non abbiamo voluto per ragioni di equità gravare su chi vive in affitto - ha spiegato l'assessore Passoni -. Del resto la Tasi è una tassa che discende, di fatto, da una tassa sulla proprietà".