Rendita Catastale, base imponibile, aliquote e detrazioni: il calcolo Tasi dell'importo dovuto non è sempre un'operazione facile come si spererebbe. Spesso può capitare infatti di avere poca dimestichezza con tutti questi termini che, per quanto oscuri, sono indispensabili e presenti in ogni guida al calcolo #Tasi. Ma cosa vogliono dire?

Calcolo Tasi 2014, cosa serve

Per il calcolo Tasi 2014 a Roma, Napoli, Milano e tutti gli oltre 5.000 comuni italiani che pagano a ottobre sono indispensabili i seguenti elementi. Ricordiamo che la Tasi va pagata in autoliquidazione e quindi ciascun contribuente dovrà far i conti da sé.

Fermo restando l'utilizzo di tantissimi calcolatori online, è necessario conoscere i seguenti elementi per il calcolo Tasi 2014: rendita catastale rivalutata, base imponibile, aliquote e detrazioni.

Tasi, la rendita catastale: cos'è e come si calcola?

La rendita catastale non va calcolata per la Tasi, essendo un valore utilizzato per determinare il valore di un'immobile ai sensi di imposte e sovrimposte. Ogni proprietà ha la sua e il suo valore può essere conosciuto attraverso la visura che può essere fatta sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

Rendita Catastale Rivalutata: cos'è e come si calcola?

Il calcolo Tasi necessita di questo dato che non è altro che il valore sopra descritto rivalutato del 5 per cento. Il che significa che se un'immobile ha una rendita catastale di 1.000 euro, la sua rendita catastale rivalutata sarà 1.050 euro, ottenuta calcolando 1.000 x 1,05.

I migliori video del giorno

Categoria catastale

La categoria catastale dell'immobile invece identifica, a seconda delle tipologie di immobile, una categoria di riferimento: ad esempio, le abitazioni possono essere di varie categorie catastali che vanno da A/1 ad A/9, gli uffici e studi privati A/10, i negozi e le botteghe C/1, i magazzini, box auto e posti auto C/2, C/6 e C/7, laboratori e palestre C/3, C/4 e C/5. Nel calcolo Tasi, la categoria catastale serve a calcolare la base imponibile.

Tasi, la base imponibile: cos'è e come si calcola?

La base imponibile è un elemento determinante nel calcolo Tasi perché insieme all'aliquota serve a determinare l'importo da pagare. La base imponibile si calcola moltiplicando la rendita catastale rivalutata per il coefficiente relativo alla rispettiva categoria catastale:

  • abitazioni 160
  • uffici e studi privati 80
  • negozi e botteghe 55
  • magazzini, box auto e posti auto 160
  • laboratori e palestre 140.

Es. base imponibile immobile con rendita catastale 1.050= 1.050 x 160 =168.000.

Aliquote e Detrazioni Tasi 2014

Le aliquote sono un tasso fisso per calcolare il tributo che nel caso della Tasi può aver subito delle maggiorazioni in sede di delibera comunale, pertanto ogni comune avrà adottato le sue. Le detrazioni invece sono degli sgravi fiscali, sempre concessi dalle giunte e quindi variabili di comune in comune, volti ad alleggerire la pressione fiscale dei contribuenti più deboli.