Si torna a parlare del tanto bistrattato Canone Rai 2015, la tassa che al giorno d'oggi risulta essere la più evasa dagli Italiani: nuovi studi effettuati in questi ultimi mesi attestano che il Canone Rai è la tassa meno pagata dagli Italiani, che complice il periodo di gravde crisi economica che stiamo attraversando, decidono di non pagare il canone per la tv pubblica con l'intento di risparmiare qualcosa.



Molti italiani, però, affermano che negli ultimi anni si sono sottratti al pagamento del Canone Rai soprattutto a causa dell'elevato importo che questa tassa aveva raggiunto: in effetti l'imposta si era spinta a quota 110 euro, davvero troppo per le famiglie italiane, tenendo conto che al giorno d'oggi il 60% dichiara di non arrivare a fine mese.

Le tasse, però, vanno pagate ed ecco che dal 2015 sono previste delle importanti novità per quanto riguarda il pagamento del Canone che allegeriranno l'importo della tassa e quindi in un certo qual modo agevoleranno le famiglie italiane in vista del pagamento: vediamo nel dettaglio tutte le novità del Canone Rai 2015.

Canone Rai novità: da gennaio 2015 sarà compreso nella bolletta elettrica

La grande novità per quanto riguarda il pagamento del canone Rai 2015 consiste nel fatto che da quest'anno la tassa per la tv pubblica sarà inclusa all'interno della prima bolletta elettrica dell'anno, che come sempre vi verrà recapitata a casa. Ad annunciarlo questa mattina è stato il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, il quale ha aggiunto che per il momento la tassa sarà esclusa dalla seconda casa.

I migliori video del giorno

Quanto costerà il Canone Rai 2015? l'importo stimato in queste ore per il pagamento del canone da gennaio del prossimo anno si aggira ui 60-65 euro a famiglia. In questo modo, quindi, si spera di arginare l'evasione fiscale da oltre 600 milioni di euro che si aggira intorno a questa tassa. Una situazione che Giacomelli definisce intollerabile, per questo motivo si è pensato di studiare una nuova formula che in un certo qual modo non darà "più scampo" agli evasori...