Siamo ormai arrivati agli ultimi giorni disponibili per il pagamento del #Canone Rai 2015 senza l'addebito di eventuali sanzioni. L'appuntamento con la scadenza è per il 31 gennaio 2015; visto che il tempo stringe, in questo articolo ci occuperemo di fornire le risposte a molte delle domande che ogni anno sorgono in relazione all'assolvimento di questo tributo. Ad esempio, sono ancora in molti a chiedersi quale sia l'importo esatto per effettuare il versamento, come rateizzare il tributo semestralmente / trimestralmente oppure cosa succede nel caso si lasci passare il termine ultimo di fine gennaio. 

Canone RAI: importo da pagare entro il 31 gennaio 2015 e possibile rateizzazione

Partiamo dalle informazioni di base: il legislatore ha deciso che per l'anno 2015 il canone TV corrisponda a 113,50 €: l'importo è da pagare entro la fine di gennaio.

Se si desidera rateizzare, è possibile farlo in due rate semestrali di 57,92 €. Queste sono da pagare secondo le seguenti scadenze:

  • prima rata semestrale entro il 31 gennaio 2015;
  • seconda rata semestrale entro il 31 luglio 2015.

Vi è anche la possibilità di dividere il pagamento in quattro rate trimestrali, ma in questo caso l'importo di ogni rata corrisponderà a 30,16 €. Le relative scadenze sono fissate come segue:

  • prima rata trimestrale entro il 31 gennaio 2015;
  • seconda rata trimestrale entro il 30 aprile 2015;
  • terza rata trimestrale entro il 31 luglio 2015;
  • quarta rata trimestrale entro il 31 ottobre 2015. 

Ogni rata comprende l'Iva, ma resta esclusa la commissione di pagamento dovuta all'istituto che lo eseguirà, ad esempio le Poste Italiane nel caso in cui si scelga di pagare con bollettino postale.

I migliori video del giorno

Esenzione e sanzioni dovute per il mancato pagamento del canone RAI: tutte le info

Se decidete di pagare il Canone Rai dopo la scadenza di gennaio, dovrete aggiungere all'importo dovuto la sanzione, che corrisponde a 4,47 € se il saldo avviene entro trenta giorni, oppure a 8,94 € se si superano. Nel caso in cui il lasso di tempo del mancato pagamento superi le sei mensilità, oltre alla sanzione bisognerà aggiungere anche l'1% di interessi di mora su ogni semestre di ritardo. Inoltre, se intestatario ha superato i 75 anni di età e il suo reddito familiare non supera i 6.713,98 € annui, il canone risulta non dovuto purché si sia fatta regolare richiesta di esenzione attraverso il modulo presente sull'apposito sito della Rai, dedicato agli abbonamenti TV.

Come sempre, vi invitiamo a condividere i vostri commenti sulle vicende riportate tramite l'apposita funzione presente nel sito, mentre se desiderate ricevere altri aggiornamenti sulle scadenze fiscali vi consigliamo di utilizzare il comodo pulsante "segui" che trovate in alto, sopra al titolo dell'articolo.