Ultimissime ore per il pagamento online e non della Tasi e Imu 2015, vediamo allora la nostra guida per chi si trova a dover fare il versamento della seconda rata delle tasse sulla casa e vuole avere informazioni utili sul codice tributo da utilizzare, sul calcolo della Tasi, sulle aliquote per Roma e per le altre principali città.

Imu Tasi 2015, calcolo e come effettuarlo online

Ricordiamo che entro il 16 dicembre 2015 si deve pagare il saldo, o seconda Rata, di Tasi e Imu 2015, e che questa dovrebbe anche esser l'ultima rata della tassa sulla casa, visto che nella Legge di Stabilità che si vota in questi giorni, il Governo Renzi abolirà queste tasse.

Per pagare Tasi e imu il calcolo è rimasto uguale allo scorso anno e alla scorsa rata. Velocemente vi ricordiamo che il calcolo della tasi 2015 si effettua seguendo questi passaggi: Si prende la rendita catastale e la si rivaluta del 5%, poi il risultato si moltiplica per il coefficiente fisso che varia per i diversi tipi di immobili ( ad esempio ricordiamo: 160 per case e altri fabbricati in gruppo catastale A, 140 per i gruppi B, C3, C4 e C5, 55 per i negozi) e poi si moltiplica il risultato per l'Aliquota comunale. Alla fine si possono sottrarre eventuali detrazioni.  Il calcolo online può esser effettuato grazie a diversi siti che mettono a disposizione un calcolatore, come riscotel o amministrazionicomunali.it. 

Aliquote Imu e Tasi 2015: Roma e altre città e codice tributo

Come detto, un valore fondamentale per pagare l'Imu e la Tasi 2015 è l'aliquota, deliberata dai vari comuni.

I migliori video del giorno

Tutte le aliquote sono consultabili o sul sito ufficiale del vostro comune o tramite il sito del Ministero di Economia e Finanza. Per semplificare vi ricordiamo che per la Tasi 2015 a Roma l'aliquota è del 2,5 per mille, la stessa che troverete anche a Milano. Infine a Torino l'aliquota per la Tasi è stata stabilita nel 3,3 per mille, così come quella per la città di Napoli.

Pagamento Tasi e Imu 2015, versamento e ravvedimento operoso

Per effettuare il pagamento dopo aver fatto il Calcolo di Tasi o Imu 2015, si deve effettuare un versamento dopo aver compilato l'F24. Il pagamento può avvenire in posta o anche direttamente online tramite il vostro portale della banca. Al momento della compilazione dell'F24 vi servirà il codice tributo da inserire per la Tasi, vi riportiamo per comodità qui sotto i principali codici tributo.

  • 3958 per abitazione principale e pertinenze
  • 3959 per fabbricati rurali ad uso strumentale
  • 3960 per le aree fabbricabili
  • 3961 per altri fabbricati

Infine vi ricordiamo che dopo la scadenza del 16 dicembre per versamento di Tasi o Imu 2015, sarà possibile utilizzare il meccanismo di ravvedimento operoso per mancati pagamenti o pagamenti errati e incompleti.

In pratica in caso pagaste in ritardo, le sanzioni saliranno proporzionatamente ai giorni di ritardo. Dal 1 al 15esimo ll 0,2% in più (fino a un massimo del 3% di aggiunta), dal 16 al 30 giorno si pagherà un fisso del 3% in più, oltre il trentesimo giorno la sanzione è del 3,75%. Se volete restare informati nei prossimi giorni potete cliccare Segui in alto!