Entro il 16 dicembre andrà versato il saldo dell'#imu e della #Tasi per l'anno 2015. Per la Tasi sulla prima casa, (salvo le eccezioni) dovrebbe essere l’ultima volta in base alle promesse di Renzi. L’Imu, che grava su tutti gli immobili diversi dalle prime case continuerà ad essere in vigore anche il prossimo anno. Di seguito daremo alcune informazioni utili al contribuente che riguardano le aliquote, il calcolo e il pagamento delle due imposte.

Scadenza IMU e TASI di dicembre 2015: aliquote, calcolo e pagamento

Aliquote, calcolo e pagamento: quello che devi sapere circa Imu e Tasi 2015. #agenzia delle entrate

  • Aliquota Tasi: Per conoscere se il proprio comune ha modificato le aliquote Tasi o Imu per il 2015 basta recarsi sul sito del Mef (www.finanze.it). Stabilire l'aliquota esatta è fondamentale per il calcolo. Sono tanti i comuni che hanno variato le aliquote fuori tempo massimo (31 luglio e pubblicazione entro il 28 ottobre). Sarà la legge di Stabilità a stabilire cosa fare in questi casi. Sarà utile sapere anche che l’aliquota minima Tasi è dello 0,1% e la massima dello 0,25%. I Comuni hanno la facoltà di incrementarla fino allo 0,33% .
  • Calcolo: Se il proprio Comune ha variato le aliquote entro i termini stabiliti, il calcolo dell'importo annuale 2015 Imu e Tasi va fatto secondo la nuova aliquota e da questo va poi sottratto l'importo versato come acconto nel mese di giugno. La differenza costituisce quello che va versato a saldo. Se invece non vi sono modifiche sulle aliquote da parte del Comune, oppure sono state pubblicate fuori termine, il calcolo sarà fatto su quelle del 2014, le stesse dell'acconto di giugno.
  • Tasi Inquilini e proprietari: La Tasi, a differenza dell’Imu, non va pagata solo dai proprietari ma in parte anche dagli inquilini. La base imponibile si ottiene rivalutando del 5% la rendita catastale e moltiplicandola per 160. Se il proprio Comune ha deliberato l’aliquota Tasi solo per l’abitazione principale, l’inquilino non deve pagare nulla (escluse eccezioni). Se il Comune ha deliberato la doppia aliquota, i proprietari dovranno utilizzare la prima e gli inquilini la seconda.
  • Abiltazione principale: Si può considerare abitazione principale quella in cui si ha la residenza anagrafica e si dimora abitualmente. Su questa viene pagata la Tasi con un’aliquota massima dello 0,25%. I comuni avevano la facoltà di applicare delle detrazioni. In base alle delibere comunali, rientrano nell'abitazione principale anche le case (massimo una) date in comodato gratuito ai figli.
  • Pagamento: Il pagamento del saldo IMU e TASI 2015 può essere effettuato in banca o alla Posta tramite il modello F24 ordinario o semplificato quando l'importo non supera i 1.000 euro. Per importi superiori è necessario utilizzare gli F24 precompilati e inviati dai Comuni, i bollettini postali, o ancora i pagamenti telematici.  Scopri le altre scadenze fiscali di dicembre.