2

Il 2016 parte con una vera e propria rivoluzione nel pagamento del Canone Rai rispetto agli anni passati: gli italiani vedranno infatti l'importo per il nuovo anno inserito direttamente all'interno della bolletta dell'Enel, oppure presso quella del gestore elettrico prescelto per la propria abitazione principale. Ad accompagnare questo cambiamento sono ovviamente tante domande dei cittadini, visto che il senso di discontinuità rispetto al passato è molto accentuato. Vediamo insieme di comprendere come funziona il nuovo tributo e quali saranno i passaggi necessari da compiere per gestirlo correttamente.

Radio televisione pubblica: ecco gli adempimenti richiesti

Partiamo dalla buona notizia, ovvero il fatto che l'importo da pagare è sceso a 100,00 euro per quanto concerne il canone ordinario della Rai.

Il pagamento spetterà a tutti coloro che possiedono un apparecchio utile alla ricezione delle trasmissioni TV all'interno della propria abitazione principale, mentre coloro che non ne dispongono dovranno stilare un'apposita auto dichiarazione di esenzione. Sulla base delle regole attuali, tale dichiarazioni ha valore annuale, pertanto dovrà essere redatta nuovamente i prossimi anni. Per quanto riguarda invece l'addebito, questo sarà scadenzato in dieci rate a partire da gennaio e fino al mese di ottobre. Solo per l'anno 2016, il primo pagamento scatterà al primo di luglio e conterrà le rate arretrate per il primo semestre. 

Canone TV, seconda casa, residenza estera: come procedere in questi casi?

Per quanto concerne le seconde case, il sito della Rai ha chiarito che il canone non è dovuto, perché riguarda solo le residenze principali dove dimorano i soggetti appartenenti alla stessa famiglia.

I migliori video del giorno

In riferimento invece alle persone residenti all'estero, l'ente specifica che qualora si possieda un'abitazione principale in Italia non si sarà esonerati dal pagamento del Canone, a patto di avere all'interno degli apparecchi utili alla ricezione di canali televisivi. In caso contrario, si potrà procedere alla domanda di esenzione.

E voi, cosa pensate delle ultime novità riguardanti il nuovo canone Rai 2016 e del suo inserimento in bolletta? Fateci conoscere la vostra opinione al riguardo aggiungendo un nuovo commento, mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento vi ricordiamo di utilizzare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo.