In un servizio precedente abbiamo parlato dei chiarimenti fatti dal ministro dell'economia e delle finanze, riguardanti il bonus 80 euro, oggi in questa rassegna vi aggiorniamo sulle comunicazioni, sui ravvedimenti, sugli adempimenti fiscali e sulle tasse che i contribuenti dovranno versare nelle casse dello Stato nel mese di marzo 2016 direttamente dall'Agenzia delle Entrate.

Adempimenti e scadenze fiscali marzo 2016

Mercoledì 2

Imposta di registro: in tale data si è tenuti a registrare e pagare l'imposta di registro sui contratti di affitto firmati o rinnovati lunedì 1 febbraio 2016.

Lunedì 7

Scadenze comunicazioni: si deve comunicare telematicamente per la ricezione dei dati inerenti ai 730-4 messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate.

Martedì 15

Adempimenti contabili: gli esercenti commercio al minuto e alla grande distribuzione hanno il dovere di registrare le operazioni complessive, per le quali è stata emessa la ricevuta fiscale o lo scontrino fiscale, realizzate nel mese solare antecedente.

Mercoledì 16

Imposta sugli intrattenimenti: è necessario versare l'imposta sugli intrattenimenti riguardanti i servizi svolti in maniera continuativa nel mese precedente.

Sostituti d'imposta: in questo giorno diviene fondamentale versare le ritenute prodotte nel mese antecedente.

Iva: nella fattispecie è doveroso effettuare il pagamento e liquidare l'IVA corrispondente al mese precedente.

Imposte sostitutive: è opportuno versare l'imposta sostitutiva adottata su ogni profitto prodotto nel corso del secondo mese antecedente.

Giovedì 17

Ravvedimento: giornata conclusiva per regolarizzare i pagamenti di ritenute e imposte non realizzati o eseguiti in maniera incompleta, entro martedì 16 febbraio 2016.

I migliori video del giorno

Venerdì 25

Dichiarazioni: in suddetta data vi è l'obbligo di presentare gli elenchi INTRASTAT degli acquisti e/o cessioni intracomunitari di capitali e non solo, anche di attività intracomunitari eseguiti durante il mese antecedente.

Giovedì 31

Imposta sulle assicurazioni: è importante effettuare il pagamento dell'imposta dovuta sugli accessori e sui premi riscossi nel corso del mese di gennaio e febbraio 2016.

IVA: gli organismi degli agricoltori esentati e le istituzioni non commerciali hanno l'onere di versare e liquidare l'IVA attinente agli acquisti intracomunitari catalogati nel mese antecedente.

Imposta di registro: si ha la responsabilità di registrare e pagare l'imposta di registro sui contratti di affitto firmati o ripetuti in data martedì 1 marzo 2016.

Dichiarazione Irpef: in questo giorno si ha il vincolo di presentare per via telematica la Dichiarazione dei redditi (modello unico 2015) riguardante i soggetti deceduti fra il 1° giugno 2015 e il 30 settembre 2015.

Anche per oggi abbiamo terminato questo resoconto, malgrado ciò, siete invitati a seguirci per rimanere sempre informati e aggiornati sulle novità riguardanti la dichiarazione iva 2016, cliccando il pulsante 'Segui' in alto a destra vicino al nome dell'autore.