Grazie al 730 precompilato è possibile, quest'anno, inserire maggiori oneri detraibili. Tra questi, è possibile detrarre non solo le spese dei familiari a carico, ma anche quelle sostenute per altre persone. Dal 15 aprile, ogni contribuente ha ricevuto il modello 730 presente nel cassetto fiscale, al fine di procedere con tutte le operazioni di consultazione, rettifica ed invio. Sul sito dell’#agenzia delle entrate si trovano tutte le istruzioni del caso. Per poter accedere a tale modello bisogna avere le credenziali (codice Pin e password) da richiedere sul sito dell’Agenzia fiscale.

Poste e Banche hanno comunicato i bonifici parlanti 2015

Oltre alle spese sanitarie, scolastiche, funebri e veterinarie detraibili, è prevista anche la possibilità di usufruire di bonus fiscali sui lavori in casa.

Nello specifico, si possono portare in detrazione fiscale IRPEF le spese che si riferiscono ad interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica come la sostituzione di impianti di climatizzazione, il miglioramento termico dell’edificio, l’installazione di pannelli solari. Nel precedente 730, le spese sostenute nel 2014 dovevano essere inserite a mano dai contribuenti.

Quest’anno, invece, tali spese sono preinserite nel foglio informativo allegato, presente nel cassetto fiscale. Il Fisco chiede al contribuente di confermare e convalidare le cifre delle spese sostenute, eliminarle o modificarle se ritenute incongruenti. Ricordiamo che Banche e Poste hanno già provveduto a trasmettere al Fisco tutti i relativi "bonifici parlanti" effettuati nel 2015 per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per il risparmio energetico, per l’arredo di appartamenti ristrutturati e relativi agli interessi passivi sui mutui ipotecari.

I migliori video del giorno

Tali interessi, se l'importo è inferiore a quello scaricato, verranno inseriti nel 730 e non nel foglio informativo. Per quanto riguarda le spese sanitarie, dallo scontrino è possibile individuare i farmaci detraibili (Codice A0) come spese sanitarie. In particolare, devono essere presenti le seguenti diciture: Med.le ( medicinale); SOP; Farmaci di fascia C; OTC (farmaci da banco), omeopatici; galenici. Questi medicinali sono ammessi a detrazione al 19% che si calcola sulla somma di 129 euro.

Tutte le possibili spese detraibili nel 730/16

La detrazione riconosciuta per gli interventi di riduzione del fabbisogno energetico con riferimento alle spese sostenute dal 06.06 2013 al 31.12.2015 è pari al 65%. Invece, per quanto riguarda le spese che verranno sostenute a partire dal 1° gennaio, è pari al 36%. Anche alcune polizze vita sono detraibili per un importo fino a 1.291,14 euro. Gli interessi passivi sui mutui sono detraibili al 19%, allo stesso modo di prestiti o mutui agrari. Le spese veterinarie sono scaricabili fino a 387,37 euro.

I costi sostenuti per il figlio universitario fuori sede, come il canone di locazione, sono detraibili fino a 2.633 euro, a patto che la sede dell’Università si trovi a più di 100 km di distanza da casa.

Sulle spese funebri, invece, c’è un tetto massimo di 1.550 euro se sostenute nel 2015 e senza vincoli di parentela con il defunto. La detrazione massima di spesa è pari ad un importo di 294,5 euro per ogni persona. Le spese sportive inerenti i figli a carico possono essere portate in detrazione nel limite di 210 euro cadauno, purché abbiano un'età compresa tra i 5 e i 18 anni, previa documentazione di spesa che dimostri il pagamento. La detrazione dall’IRPEF è pari al 19%. Per le spese relative all’assistenza a persone non autosufficienti, il limite massimo da scaricare è di 2.100 euro.

La retta di tutti gli asili nido è detraibile fino a 632 euro. Bisogna infine ricordare che il 730 precompilato non è obbligatorio, dunque si può scegliere anche la modalità tradizionale. Inoltre, si può procedere con eventuale integrazione della dichiarazione fino al 30 settembre, tramite il modello Unico PF/2016 #modello 730 #Dichiarazione dei redditi