La notizia arriva dalla Ericsson, l'azienda svedese specializzata nella produzione di tecnologia e servizi comunicativi, conosciuta in Italia per il successo riscontrato nel settore della telefonia cellulare a partire dal 1918. La compagnia starebbe collaborando con il KCL (King's College London), dell'Università di Londra, considerata una delle più prestigiose associazioni dedite alla formazione accademica e agli studi di ricerca a livello mondiale, con circa 21mila persone fra studenti e personale dello staff, per la creazione di una sonda in grado di 'operare' chirurgicamente sul tessuto umano di un paziente, grazie all'invio di Feedback, il meccanismo o dispositivo in grado di riflettersi sul suo stesso sistema, per correggere e/o modificare l'azione che sta compiendo.

Gli interventi chirurgici guidati da sensori

La costruzione di questa sonda sviluppata da Ericsson, potrà operare nella chirurgia mini-invasiva grazie al suo sistema capace di funzionare come un 'polpastrello' sensibile al tatto. Il suo scopo è quello di riportare le informazioni durante l'intervento, per mezzo di un guanto calzato nella mano e in grado di trasmettere la percezione e la consistenza del 'problema' al chirurgo che in quel momento sta operando. Le risorse o potenzialità di questa sonda sono incredibilmente all'avanguardia e in grado di identificare, all'interno di organi e cavità molli, anche i più piccoli noduli di origine cancerogena, dando al chirurgo la possibilità di poterli rimuovere all'istante e offrendo al paziente una più veloce guarigione.

La nuova sonda robotica 5G sviluppata dalla Ericsson, sarà molto utile per combattere le malattie anticipandole nel tempo.

Tecnologia robotica 5G

Il 5G, acronimo di 5th (Fifth) Generation, è l'innovazione che porta alla futura generazione della comunicazione mobile ad altissima velocità di trasferimento dati, in grado di collegare insieme molte più persone e maggiori dispositivi elettronici.

Latecnologia robotica medicale che utilizza il 5G viene denominata "Remote Control and Intervention" e oltre a far percepire la sensibilità dei tessuti grazie all'utilizzo del suo guanto tattile, è in grado di trasmettere al chirurgo, grazie a un riscontro visivo, la 'scena' in cui è posizionata la sonda, dandogli in questo modo una perfetta situazione del caso su cui starebbe intervenendo.

Quindi ci aspettiamo tutti che l'avanzata della tecnologia 5G, possa in futuro espandersi nel settore della Salute rivolta alla cura della persona.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la pagina Scienza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!