Era nell'aria da diverso tempo, ma ora - da qualche giorno - è ufficiale: presto, su alcuni pullman del servizio pubblico torinese (gestito da Gtt) debutteranno i tornelli. L'azienda sta ancora perfezionando il progetto, ma con ogni probabilità già a febbraio saranno montati su una ventina di bus elettrici che coprono la linea 6 - che da corso Gabetti (piazza Hermada) porta a piazza Carlo Felice (Porta Nuova) e viceversa - e la linea 19 (Circolare, corso Cadore - piazza Solerino - corso Cadore)

La sperimentazione

Qualche settimana fa, il neo a.d.

dell'azienda di trasporti torinese, Giovanni Foti aveva annunciato una "svolta epocale", affermando: "Si potrà salire sugli autobus solo utilizzando la porta anteriore e, una volta a bordo, si dovrà obliterare il titolo di viaggio attraverso il tornello elettronico".

Nei giorni scorsi, l'assessora alla viabilità, Maria Lapietra, ha spiegato che la decisione di installare dei tornelli è stata presa, di comune accordo, dal Comune e da Gtt per contrastare i furbetti che non si fanno problemi a salire sull'autobus senza biglietto.

Lapietra ha precisato: "Sarà una sperimentazione che interesserà solo 20 mezzi elettrici. Poi, in base ai risultati si deciderà se sarà il caso di installarli sul resto della flotta".

I cancelletti girevoli verranno sistemati all’altezza della porta anteriore e, in questo modo, saliranno sugli autobus solo i passeggeri in possesso di ticket da "bippare". Chiunque sia sprovvisto di titolo di viaggio, dunque, sarà invitato a scendere dall'autista.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Curiosità

Qualche perplessità

Per onor di cronaca va precisato che, il mese scorso, i vertici Gtt avevano deciso di verificare personalmente l'utilizzo dei tornelli e, per questo motivo, si erano recati a Bologna. In un primo momento, il risultato non era apparso incoraggiante. Inoltre, si credeva che in una grande città come Torino, caratterizzata da un grande afflusso di passeggeri, i dispositivi girevoli avrebbero rallentato - o addirittura ingolfato - il transito in salita ed in discesa.

Poi, però, c'è stata un'inversione di rotta e si è optato per una sperimentazione: i tornelli, dunque, saranno montati - dal prossimo febbraio - sui mezzi lunghi 12 metri che coprono le linee 6 e 19.

Nei mesi scorsi, Gtt, aveva attuato la prima stretta contro i furbetti del biglietto e aveva intensificato i controlli su 2 delle tratte più utilizzate dai torinesi: quelle percorse dai tram della linea 4 e quella coperta dagli autobus della linea 18.

Bocciata per il momento la proposta avanzata da Fabrizio Ricca (Lega) di dotare i controllori di spray urticante.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto