Alessandra Celentano, maestra di danza classica di Amici, si è adirata nei confronti di Luca Capomaggi, un ballerino che sembra non riuscire ad ottenere la sua approvazione. Il rimprovero è andato in onda durante il daytime di mercoledì 28 marzo che ha visto una Celentano davvero adirata. Ma cos'ha fatto il ballerino per meritarsi un acceso rimprovero da parte dell'insegnante? Dopo la puntata di [VIDEO]Amici [VIDEO], il ballerino si è lasciato andare a uno sfogo in sala relax con i compagni, in cui ha detto di sentirsi un 'martire' in una 'guerra tra professori'.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Amici di Maria

Il giovane si riferiva alla diatriba scoppiata tra il coreografo Bill Goodson e la maestra Veronica Peparini. Tali parole non devono essere piaciute alla Celentano che in diversi casi ha sottolineato quanto sia importante per un allievo portare rispetto nei confronti di un insegnante.

Inoltre, Luca ha espresso il desiderio di ballare una propria coreografia, cosa che non è piaciuta ad Alessandra Celentano. Quest'ultima, infatti, ha sottolineato come una simile richiesta non vada fatta a diciannove anni, quando ancora si deve imparare a pulirsi col tovagliolo la bocca sporca di Nutella.

Amici: la Celentano contro il ballerino Luca

La Celentano ha accusato il giovane di aver fatto una cosa orrenda, pensando, a proposito della diatriba tra Goodson e Peparini, che un professore possa, per uno scontro con un collega, rivalersi poi nei confronti di un allievo. Alle parole della maestra, ha fatto eco il coreografo Bill Goodson [VIDEO]che ha precisato di non avercela affatto con l'insegnante Veronica Peparini. Inoltre, ha ribadito che la sua opinione sul giovane come allievo è rimasta la stessa, ossia lo reputa un ballerino che non vuole imparare né partecipare alle attività didattiche.

Goodson ha sottolineato di non capire perché Luca sia nella scuola di Amici. Anche la Celentano gli ha detto che probabilmente ha sbagliato trasmissione. Insomma, sembra proprio che il ballerino non sia entrato nelle grazie dei professori che hanno sempre dimostrato di apprezzare un atteggiamento diretto all'apprendimento e al rispetto dei ruoli. Infine, Goodson ha detto al ragazzo che il sabato successivo avrebbe ballato la sua coreografia, come desiderava. Il giovane, però, non è rimasto soddisfatto dal colloquio con i professori, ribadendo, dopo la loro uscita dalla stanza, di non aver avuto la possibilità di parlare, in quanto a esprimersi erano stati solo i maestri.