In una intervista alla trasmissione di Silvia Toffanin, 'Verissimo', in onda sabato 7 dicembre su Canale 5, Loredana Bertè torna a parlare di cose strettamente personali e del suo passato.

La notizia più importante che può essere considerata un autentico inedito, riguarda la sorella Mia Martini. Loredana Bertè in passato si è spesso autoaccusata della morte della sorella, la cantante non si è mai concessa attenuanti per quello che è accaduto a Mimì.

C'è tanta amarezza e tristezza nelle parole della Bertè, la sua giovinezza è stata spesso limitata e a tutti gli effetti non pienamente vissuta.

Di seguito alcuni passi dell'intervista della Bertè a 'Verissimo' con alcuni inediti che hanno fatto il pubblico in studio e la conduttrice.

L'intervista a Loredana Bertè su Mia Martini

Nell'intervista concessa da Loredana Bertè a Silvia Toffanin, nella trasmissione 'Verissimo', ci sono importanti e inedite notizie riguardanti Mia Martini.

La Bertè ha cominciato parlando della sua infanzia infelice, di come sia sta dura crescere e acquisire alcuni fondamentali valori, visto le sue vicende familiari e le continue privazioni e vessazioni subite.

La cantante ritiene che l'unica cosa bella e positiva della sua giovinezza sia stato il rapporto meraviglioso, fatto di amore e complicità, con sua sorella Mimì. La morte di Mia Martini ha provocato nella cantante una ferita mai più rimarginata e impossibile da dimenticare.

Loredana Bertè si dà tante colpe sull'accaduto e ritiene di non essere stata pronta a sostenere la sorella, se ne fa un cruccio, non si dà pace e sostiene: 'con Mimì è morta una parte di me'.

Loredana pensa che avrebbe potuto fare di più, stare molto più vicino alla sorella e probabilmente salvarla. La cantante afferma di sentire con sé Mia Martini ogni volta che sale su un palco e percepisce che Mimì è soddisfatta di lei, la apprezza e le vuole bene.

La Bertè parla della sua triste infanzia e di quella della sorella, da bambine non hanno mai festeggiato ricorrenze e non hanno mai partecipato a feste, risultando corpi estranei e venendo isolate rispetto agli altri bimbi e alle altre bimbe.

Infine Loredana Bertè si lascia andare ad una notizia mai narrata in passato, Mimì è stata in galera perché le fu trovato uno spinello - che le avevano messo in tasca - e si fece due anni di carcer; come racconta Loredana: 'Quando è stata liberata, prima del processo, l’abbiamo nascosta in una soffitta per un anno'. Questo particolare inedito la Bertè ha deciso di raccontarlo a 'Verissimo', tutta la sua storia ha scatenato anche la commozione in studio di Silvia Toffanin e dei presenti. La vicenda legata a Mimì rimarrà sempre nel cuore della cantante.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!