Deve molto della sua popolarità a Uomini e Donne, Tina Cipollari. Viterbese purosangue, del segno dello scorpione, in tv ha giocato fin da subito il ruolo della vamp, proiettando sul piccolo schermo un'immagine fatta di capelli platinati, vestiti sexy e boa variopinti. Nel 2002 ha conosciuto, nella cerchia della trasmissione della De Filippi, Chicco Nalli di Bovolone, detto Kikò, con il quale si è sposata il 12 maggio 2005.  La coppia ha tre figli: Mattias, Francesco e Gianluca. Di certo Tina e Chicco hanno avuto qualche momento di defaillance, ma la Cipollari ha sempre chiarito che le divergenze con suo marito sono state superate.

Ha esordito nel programma Uomini e Donne nel 2001 nelle vesti di corteggiatrice, poi ha fatto la tronista. Infine ha trovato la sua consacrazione definitiva nel ruolo di opinionista della popolare trasmissione targata Mediaset. Ha avuto come spalla inizialmente il maggiordomo Ricky e poi Gianni Sperti. Con quest'ultimo la Cipollari ha dato vita a gustosi siparietti ed anche a veementi litigi, veri o presunti che siano. E' certo, però, che i commenti dei due opinionisti, mai scontati, contribuiscono a dare a Uomini e Donne quel pizzico di pepe, in grado di incollare il pubblico alla televisione.

Dal 2004 ecco però una lunga parentesi in cui la Cipollari non ha dato il suo contributo a Uomini e Donne. In questo periodo la Cipollari ha preso parte come concorrente al reality show di Rai 1 "Il Ristorante" condotto da Antonella Clerici.

Poi nel 2008 il suo ritorno nella trasmissione condotta da Maria De Filippi. Nel 2016 ricordiamo la sua partecipazione in qualità di giudice a Selfie - Le cose cambiano, il programma condotto da Simona Ventura in onda su Canale 5. A più riprese sono circolate voci circa un nuovo divorzio della Cipollari da Uomini e Donne, a favore di altri progetti, come ad esempio quello della sua partecipazione a Pechino Express. Ma Tina ha sempre smentito questa evenienza. E ha messo a tacere tutti, affermando in tono perentorio che: "Uomini e donne è un po' come casa mia".