Che la natura faccia il suo corso è quanto meno ovvio e lecito, nelle ultime ore però la natura "minaccia" i beni culturali, in particolare quelli italiani, Roma e Firenze che hanno alcune delle più importanti opere culturali d'italia e del mondo rischiano sempre più, l'alluvione è la nuova minaccia. Italiasicura infatti ha organizzato oggi 28/06/2017 un convegno dove è stato appunto dimostrato di come le opere culturali siano minacciate e ovviamente questo porta danni non solo ai beni in sè ma all'immagine e alle tasche del paese.

Stanziati dei fondi importanti, si parla di circa 10 miliardi di euro per l'apertura di cantieri che possa preservare la sicurezza di tali beni. Ci sono numeri incredibili, si parla infatti di più di 40.00 beni sotto attacco, di cui 10.000 sono quelle con un rischio più elevato. Alcuni esempi lasciano pensare, a rischio addirittura la basilica di Santa Croce e il Battistero (Firenze), nella capitale invece è il Pantheon a destare preoccupazione. La capitale è quella che ha più borghi sotto attacco, a Firenze invece sono più di 1.300 le zone a rischio.

Italia più bella che forte

Se la natura non aiuta l'Italia quanto meno deve farlo l'uomo che spesso però aggrava la situazione, non nuove le denunce per vandalismo, soprattutto durante eventi che dovrebbero invece valorizzare la città e l'intero paese. I turisti al contrario sembrano essere più affidabili ed è questo il dato sconcertante. Italiasicura sembra quasi chiedere di non aggravare la situazione. La natura non è prevdibile ma non mettiamoci del nostro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ambiente

Niente allarmismo

Ricorrendo alla paura e alla fretta non si è risolto nulla, i soldi e le intenzioni ci sono, bisogna adesso mettere in campo scrupolosità e serietà. Indubbiamente è una vicenda che desta preoccupazione, soprattutto se si fa riferimento all'Ambiente che è quasi fuori controllo e che non si appresta a miglioramenti, quanto meno senza l'intervento dell'intera popolazione. Pronti nuovi summit anche con capi esteri per una nuova guida alla salvaguardia dell'ambiente, inutile ricordare che uno dei personaggi più importanti su cui lavorare è convincere Donald Trump, a cambiare rotta e idee solo cosi si potrà lavorare insieme e cercare di "aiutare" l'ambiente.

Non sarà facile ma bisogna provarci, questa è l'idea generale, per una volta le fazioni politiche sono d'accordo infondo siamo ospiti di questo mondo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto