Tornata dalla trasferta di Palermo con solo un punto in più in classifica rispetto alla giornata precedente, l'Inter di Mazzarri si appresta a giocare la sua seconda gara casalinga di campionato, stavolta contro l'Atalanta: il turno infrasettimanale (mercoledì 24, calcio d'inizio ore 20.45) sarà un crocevia importante per i padroni di casa che non potranno più permettersi di perdere punti con squadre di medio-bassa classifica. Qui Inter - Il pareggio del “Renzo Barbera” (secondo in trasferta in sole 3 giornate) ha aumentato ulteriormente il distacco tra i nerazzurri e le prime della classe, ora di 4 punti: pur allungando la striscia positiva di risultati (nessuna sconfitta tra Europa League e campionato finora) l'Inter non ha saputo imporsi con personalità nei confronti di una neopromossa e, oltre ad aver fatto fermare a 453' l'imbattibilità di Handanovic, è risultata spesso confusionaria e poco concentrata.

Oltre a lavorare sulla “testa” dei suoi calciatori, Mazzarri dovrà far fronte al “caso” Hernanes (il giocatore sembra in evidente ritardo di condizione fisica) e alla difficile collocazione dello stesso in questo tipo di centrocampo: in ogni caso, contro l'Atalanta vedremo riproposto lo stesso undici di Palermo, eccezion fatta per Dodò che probabilmente prenderà il posto di D'Ambrosio, e per Palacio che dovrebbe partire dal primo minuto (resta comunque il dubbio Hernanes-Guarin).

Inter (3-5-2): Handanovic; Juan Jesus, Vidic, Ranocchia; Dodò, Kovacic, Medel, Guarin, Nagatomo; Palacio, Icardi.

Qui Atalanta - Colantuono e i suoi hanno ottenuto, fin qui, 4 punti in 3 giornate: dopo il pareggio della prima con il Verona e la sofferta vittoria di Cagliari, è arrivato il primo k.o casalingo contro la Fiorentina al termine di una gara ben condotta per lunghi tratti. Il tecnico romano sa che non è tempo di fare drammi (anche perchè, nello specifico, l'Atalanta meritava sicuramente di più),meglio concentrarsi sull'Inter: ancora out Rossetti, Del Grosso e Spinazzola, l'unica cosa che comincia a preoccupare Colantuono è il “digiuno” di Denis, ancora a secco dopo 180 minuti.

Atalanta (4-4-2): Sportiello; Zappacosta, Biava, Benalouane, Zappacosta; D'Alessandro, Carmona, Baselli, Estigarribia; Boakye, Denis.

Pronostico e quote - Ogni squadra ha la propria “bestia nera”: quella dell'Inter si chiama Atalanta.

I migliori video del giorno

Negli ultimi 5 incontri tra le due a San Siro 2 vittorie Inter, un pareggio e due vittorie Atalanta, pensate solamente che l'Inter non vince in casa contro i bergamaschi dal 24/04/2010 (0-0 nel 2012, 3-4 nel 2013 e l'ultima, a marzo di quest'anno, 1-2). I bookmakers come sappiamo però non tengono troppo in considerazione questi dati e, come dicono logica e valori tecnici, vedono i padroni di casa nettamente favoriti (1 a 1,36, X a 4,60 e 2 a 7,50): vista la capacità difensiva delle due squadre consigliamo di puntare sulla quota No Goal a 1,90 o, in alternativa, sull'under 2.5 a 2,00.