Lazio-Juventus del 22 novembre 2014 si giocherà con orario 20:45, visibile in diretta tv su Sky Calcio e Mediaset Premium oppure in diretta streaming attraverso Sky Go o Premium Play.



Lazio-Juventus del 22 novembre 2014 è una gara chiave del girone d'andata per entrambe le squadre che sono molto ambiziose. In particolare i biancocelesti vogliono riscattare lo scivolone dell'ultimo turno a Empoli, dove sono stati confitti 2-1 a sorpresa. La Juve vuole invece mantenere e possibilmente incrementare il vantaggio sulla Roma (orfana dello squalificato Totti) che sarà di scena all'Atleti azzurri d'Italia di Bergamo.

Le due compagini si dovebbero affrontare con questi undici di partenza: Marchetti; Basta, De Vrij, Cana, Radu; Parolo, Biglia, Lulic; Candreva, Mauri, Djordjevic contro i bianconeri Buffon; Bonucci, Chiellini, Ogbonna; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Marchisio, Vidal (Asamoah); Tevez, Llorente.

Il "professor" Pirlo e Vidal saranno in dubbio fino all'ultimo.



La gara a mio parere potrebbe essere condizionata dal fatto che Atalanta-Roma sarà giocata alle ore 18:00. Se i giallorossi passeranno a Bergamo, cosa abbastanza probabile, la Juve scenderà in campo in serata col solo intento di vincere mentre in caso di vittoria degli orobici di Colantuono o di pari ecco che le premesse di Lazio-Juventus del 22 novembre 2014 cambierebbero sensibilmente, perché a quel punto la Juventus guarderebbe con interesse anche al pari al cospetto di un avversario valido e tenuto conto che è attesa in settimana dalla Champions (a Malmoe) e subito dopo, in campionato, da una partita mai facile come la stracittadina contro i cugini granata. Una gara da prendere con le molle.



Si gioca dunque con orario 20:45, la partita potrà essere seguita anche via streaming (grazie alle app Sky Go e Premium Play).

I migliori video del giorno

Dal punto di vista tattico Lazio-Juventus del 22 novembre 2014 è tutta da decifrare ma probabilmente mister Pioli opterà per una gara d'attacco anche per mettere pressione psicologica a un avversario che se viene lasciato libero di sviluppare gioco in attesa dell'imbucata buona per lo sgusciante Tevez o del pallone alto per Llorente diventa molto temibile.



La Juventus sembra determinata a proseguire nella serie di vittorie aperta da Antonio Conte (tre scudetti di fila) ma deve guardarsi da una Roma per ora frenata da qualche infortunio di troppo e da un Napoli davvero molto ambizioso, che dovrà però fare i conti con l'infortunio del talento Insigne: stagione finita per lui.