Lazio-Juventus del 22 novembre 2014 si giocherà con orario 20:45, visibile in diretta tv su Sky Calcio e Mediaset Premium oppure in diretta streaming attraverso Sky Go o Premium Play.



Lazio-Juventus del 22 novembre 2014 è una gara chiave del girone d'andata per entrambe le squadre che sono molto ambiziose. In particolare i biancocelesti vogliono riscattare lo scivolone dell'ultimo turno a Empoli, dove sono stati confitti 2-1 a sorpresa. La Juve vuole invece mantenere e possibilmente incrementare il vantaggio sulla Roma (orfana dello squalificato Totti) che sarà di scena all'Atleti azzurri d'Italia di Bergamo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Le due compagini si dovebbero affrontare con questi undici di partenza: Marchetti; Basta, De Vrij, Cana, Radu; Parolo, Biglia, Lulic; Candreva, Mauri, Djordjevic contro i bianconeri Buffon; Bonucci, Chiellini, Ogbonna; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Marchisio, Vidal (Asamoah); Tevez, Llorente.

Il "professor" Pirlo e Vidal saranno in dubbio fino all'ultimo.



La gara a mio parere potrebbe essere condizionata dal fatto che Atalanta-Roma sarà giocata alle ore 18:00. Se i giallorossi passeranno a Bergamo, cosa abbastanza probabile, la Juve scenderà in campo in serata col solo intento di vincere mentre in caso di vittoria degli orobici di Colantuono o di pari ecco che le premesse di Lazio-Juventus del 22 novembre 2014 cambierebbero sensibilmente, perché a quel punto la Juventus guarderebbe con interesse anche al pari al cospetto di un avversario valido e tenuto conto che è attesa in settimana dalla Champions (a Malmoe) e subito dopo, in campionato, da una partita mai facile come la stracittadina contro i cugini granata. Una gara da prendere con le molle.



Si gioca dunque con orario 20:45, la partita potrà essere seguita anche via streaming (grazie alle app Sky Go e Premium Play).

I migliori video del giorno

Dal punto di vista tattico Lazio-Juventus del 22 novembre 2014 è tutta da decifrare ma probabilmente mister Pioli opterà per una gara d'attacco anche per mettere pressione psicologica a un avversario che se viene lasciato libero di sviluppare gioco in attesa dell'imbucata buona per lo sgusciante Tevez o del pallone alto per Llorente diventa molto temibile.



La Juventus sembra determinata a proseguire nella serie di vittorie aperta da Antonio Conte (tre scudetti di fila) ma deve guardarsi da una Roma per ora frenata da qualche infortunio di troppo e da un Napoli davvero molto ambizioso, che dovrà però fare i conti con l'infortunio del talento Insigne: stagione finita per lui.