Gli appassionati di calcio potranno vedere la partita Juventus-Atletico Madrid del 9 dicembre 2014 su Sky Sport 1 con orario d'inizio fissato alle 20:45. Sold out allo Juventus Stadium coi bianconeri di mister Allegri a caccia di un'affermazione con due gol di scarto per qualificarsi al primo posto nel proprio raggruppamento.

Juventus-Atletico Madrid del 9 dicembre 2014, probabili formazioni

Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Padoin; Marchisio, Pirlo, Pogba; Vidal; Tevez, Llorente (Morata).

Allenatore Allegri.

Indisponibili: Asamoah, Barzagli, Caceres, Coman.



Moya; Juanfran, Gimenez, Godin, Siqueira; Gabi, Tiago; Koke, Raul Garcia, Turan; Mandzukic.

Allenatore: Simeone.

Indisponibili: Ansaldi, Miranda.



Allegri passerà quindi al 4-3-1-2 con il solito dubbio in attacco: chi affiancare all'inamovibile Carlitos Tevez? Padoin per l'ex United Evra in difesa e il giovane talentuoso Coman, acciaccato, che non dovrebbe essere della gara.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Dall'altra parte Diego Simeone ha fuori gioco soltanto due elementi peraltro non basilari come Miranda e Ansaldi. Con un pareggio, la Juventus sarebbe comunque sicura dell'accesso agli ottavi di Champions League.

Anche una sconfitta con l'Atletico Madrid potrebbe essere sufficiente se l'Olympiacos non vincerà con gli svedesi del Malmoe che cercheranno di strappare in extremis il biglietto per il terzo posto che vuol dire avere ancora un obiettivo europeo.



Il mio pronostico per Juventus-Atletico Madrid del 9 dicembre 2014 è 1-2 perché penso - qualcuno forse si stupirà - che questa Juve abbia bisogno di rinforzi per competere in ambito europeo a livello elevato. Spero ovviamente - da sportivo italiano - di sbagliare ma la vecchia volpe Simeone è davvero un abile stratega e conosce molto bene il nostro calcio avendo militato nella Lazio quando ancora giocava.

Il 10 dicembre altra gara di enorme interesse è Roma-Manchester City che potrete seguire sulle frequenze di Canale 5.

I migliori video del giorno

Per blindare la qualificazione alla Roma servono tre punti da mettere in cassaforte con un atteggiamento psicologico di grande concentrazione fin dal primo minuto di gioco. La Juve dovrà invece prendere molti rischi e cercare di imporsi in mediana per chiudere l'avversario nella propria metà campo. Lasciar giocare una squadra fisica come l'Atletico sarebbe un errore da matita blu.