Con il 3-1 rifilato, in rimonta, al Bologna nell'ultimo turno di Serie A, la Juventus ha iniziato la sua risalita verso la prima metà della classifica: domenica 16 ottobre, a 'San Siro' contro l'Inter, la squadra di Massimiliano Allegri è attesa da una sfida se non decisiva, sicuramente importante per capire quali potranno essere le ambizioni juventine del futuro prossimo.

Alvaro Morata e il Real Madrid, una vicenda tortuosa

A Milano dovrebbero giocare dall'inizio Paulo Dybala ed Alvaro Morata, che stanno dimostrando di trovarsi a meraviglia nel 4-3-1-2 del tecnico livornese; lo spagnolo dovrebbe essere preferito al croato Mario Mandžukić, che ha recuperato dal suo infortunio muscolare.

La Juventus punta molto sull'ex Real Madrid, che in queste due stagioni sotto la Mole sta dimostrando tutto il proprio valore: sulla sua permanenza in Italia, però, pesa come una spada di Damocle sulla testa della dirigenza bianconera quella 'clausola de recompra' che il Real Madrid, un anno e mezzo orsono, pretese di inserire nel contratto di cessione di Alvaro Morata alla Juve: a giugno, sborsando 30 milioni di euro, il Real potrà riprendersi il calciatore, che non avrebbe molta voce in capitolo sulla scelta della sua prossima destinazione.

Motivo per il quale la Juventus si sta cautelando con largo anticipo, muovendosi nel calciomercato, ed ha puntato già colui il quale potrebbe raccogliere presto la sua eredità: dalla scorsa estate, infatti, vanno avanti in contatti con il Basilea per l'attaccante Breel-Donald Embolo, classe 1997, camerunense naturalizzato svizzero.

Nonostante la giovanissima età, Embolo, centravanti tecnico e molto veloce, dalla progressione devastante, ha già collezionato ben 71 presenze con la maglia del Basilea, e realizzato 21 reti, di cui 17 soltanto nell'ultima stagione, tra campionato e Coppa di Svizzera. Embolo si è anche messo in grande evidenza nelle competizioni europee, stuzzicando, secondo quanto riportato da 'Goal.com', gli appetiti della Juventus ed in particolare del suo direttore sportivo, Fabio Paratici.

Il Wolfsburg punta Embolo: vuole offrire 26 milioni per prenderlo già a gennaio

Non sarà facile, però, per la Juventus mettere le mani sul ragazzo. Su Embolo, infatti, è recentemente piombato anche il Wolfsburg: il club della Volkswagen, tra le società più di ricche di Germania e dell'intera Europa, dopo aver soffiato in estate Julian Draxler alla Juve, medita il secondo sgarbo alla Vecchia Signora: i 'Lupi' sembrano disponibili a spendere ben 26 milioni di euro per portare Embolo in Bundesliga già a gennaio.

La Juventus resta vigile sulla situazione, cercando di lavorare ai fianchi la dirigenza del sodalizio elvetico per mantenere la posizione di privilegio precedentemente assunta nella corsa al giocatore.