Non è di certo un periodo facile per il Genoa, reduce dalla disfatta dell'Adriatico contro il Pescara che è costata la panchina a Ivan Juric. La cinquina subita in Abruzzo ha provocato la rabbia della tifoseria rossoblu, che ha abbandonato anticipatamente lo stadio e ha cominciato a contestare aspramente proprietà e squadra.

Preziosi risponde alla critiche

Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, è stato al centro di durissime critiche, espresse anche attraverso il comunicato della Gradinata Nord che vuole disertare lo stadio per domenica con il Bologna.

Il patron dei rossoblu rispedisce le accuse al mittente e ribadisce le sue intenzioni: "Non sono una persona che scappa dalle difficoltà" ha detto il 'Joker' ai colleghi de La Gazzetta dello Sport.

L'imprenditore irpino non condivide i motivi della protesta della tifoseria organizzata ed è convinto che la squadra abbia bisogno di tutto il sostegno del pubblico: "Io ho grande rispetto della tifoseria, ma sono sincero nel dire che non condivido questa iniziativa.

Io invito tutte le persone che vogliono bene al Genoa a fare una scelta diversa domenica e di andare allo stadio contro il Bologna". Preziosi ha letto il comunicato della Gradinata Nord, compresa la richiesta precisa di farsi da parte e cedere il club: "Quando le cose vanno male ho l'abitudine di non andare via. Sono una persona che non si ferma, per noi è un momento molto difficile ma continuerò a lavorare nonostante tutto".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A Genoa

Bologna nodo cruciale

E' chiaro che la partita contro il felsinei sarà cruciale per il futuro del Genoa, che poi dovrà vedersela con Empoli e Sampdoria. Il nuovo allenatore Andrea Mandorlini proverà a dare la scossa ai suoi ragazzi, cominciando proprio domenica. Con il Bologna di Donadoni serviranno i tre punti, gli avversari non se la stanno passando di certo bene in campionato e la gara si preannuncia equilibrata.

E' evidente che il clima al Luigi Ferraris sarà particolare, con la parte più calda del tifo che non entrerà allo stadio in segno di protesta contro l'attuale proprietà. Un risultato positivo sul campo potrebbe agevolare una tregua.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto