Dopo la sconfitta del Napoli allo Juventus Stadium nella semifinale d'andata di Coppa Italia, dove la squadra partenopea ha perso 3 a 1 contro la Juve, non si placano le polemiche sulla gara. La SSC Napoli ha commentato sul proprio sito, come di consueto, la prova degli azzurri spiegando che ”Sul 2-1, il Napoli è riversato in avanti e su cross d'angolo Albiol è stato steso in area da Bonucci. Qui l'arbitro Valeri non fischia il rigore, la Juve poi va in contropiede e sullo svolgimento dell'azione cuadrado si trova davanti a Reina.

Il portiere azzurro esce e tocca il pallone, poi dopo Cuadrado va giù. Stavolta però Valeri concede il rigore.”

Il portiere azzurro urla, con tutto il suo stupore, all’arbitro Valeri, di aver preso la palla ma viene ignorato e subito concesso il rigore alla squadra avversaria. La gara termina col 3-1 a favore della Juventus e con amarezza per il Napoli che ha dovuto incassare una ingiusta sconfitta. La gara di ritorno si giocherà nel prossimo mese di aprile al San Paolo.

Il primo cittadino di Napoli in veste da tifoso

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, attraverso un suo messaggio pubblicato tramite i social esprime la sua vicinanza ai tifosi azzurri e alla squadra del Napoli. Lo fa parlando da tifoso mettendosi allo stesso livello dei milioni di napoletani innamorati della maglia azzurra, sostenendo di aver subito, durante la gara a Torino, un torto continuo, senza fine, in una gara tempestata e condizionata da ripetuti errori arbitrali ed il tutto associato a cori ignobili contro la città.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus SSC Napoli

Da tifoso si definisce arrabbiato, perché oltre alla questione dei rigori dati e non dati, si è aggiunta la derisione di opinionisti che hanno raccontato una gara non veritiera e che sono riusciti a vedere un'altra partita. Si dice indignato, ma incita a non mollare in attesa di altre due sfide importanti, Roma e Real Madrid. Conclude dicendo che bisogna essere più forti di chi insulta con cori vergognosi verso la città e di chi dirige e racconta male il calcio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto