La sconfitta di ieri contro il Crotone ha reso il clima infuocato in casa Inter, per il presidente Zhang una prestazione così imbarazzante non può essere accettata e così ha da prima annullato il giorno di riposo anticipando la ripresa degli allenamenti al lunedi e successivamente ha rincarato la dose anticipando anche il ritiro pre derby al 13 aprile invece del 14 come era stato precedentemente concordato.

La sconfitta di ieri tra l'altro ha comportato proprio il sorpasso dei cugini rossoneri, facendo scivolare l'Inter al settimo posto e quindi fuori anche dalla prossima Europa League. Proprio in ottica Europa League la dirigenza è stata categorica, la qualificazione è imprescindibile e qualora non dovesse essere centrato nemmeno questo obiettivo, tutto il lavoro fatto in questi mesi da Pioli sarebbe vanificato.

La posizione del tecnico adesso è in bilico come non mai, da quando siede sulla panchina nerazzurra, e ad oggi, solo conquistando i tre punti nel derby e qualificandosi per la prossima europa league potrebbe avere qualche chance di essere confermato anche per la prossima stagione. Lo stesso Pioli è consapevole che la partita di ieri potrebbe costargli carissima e d'altronde lui stesso aveva definito la partita di crotone un'esame per lui e per i giocatori. Ebbene questo esame è stato fallito in malo modo e adesso qualcuno dovrà farne le spese.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Fiorentina

Pioli punta il dito contro i singoli

Mentre Zhang nell'immediato dopo partita ha mostrato la sua disappunto sia verso il tecnico che verso la squadra, Pioli ieri si è scagliato contro i singoli, puntando il dito contro determinati giocatori che a secondo lui non stavano dando il massimo. Come riferisce questa mattina il Corriere dello Sport, ieri già durante l'intervallo di Crotone-Inter, le pareti dello spogliatoio hanno tremato e le critiche per i singoli non sono mancate.

Oggetto dei rimproveri del tecnico pare che siano stati in particolare il capitano Icardi, Perisic e Kondogbia, i giocatori che dovrebbero essere l'anima della squadra e che invece sono risultati completamente inconcludenti e addirittura un deterrente nell'economia del gioco della squadra. Sempre secondo il corriere dello sport, se nell'intervallo sono volate parole forti, il clima è diventato ancora più teso a fine partita, quando Pioli ha addirittura adottato la strategia del silenzio, rifiutandosi di parlare con la squadra, tanto che la comunicazione dell’allenamento punitivo ai calciatori è stata data dal team manager Fabio Pinna.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto