Tra la Milano nerazzurra e Parigi, almeno a livello di calciomercato, sembra essersi aperta una corsia preferenziale. Un filo diretto che porta le società a parlarsi spesso, a scambiarsi vedute su alcune piste e a valutare l'opportunità che possano esserci delle situazioni che potenzialmente fare comodo ad entrambe.

Solo pochi giorni fa il direttore sportivo della formazione transalpina è giunto a Milano per incontrare i vertici sportivi del club meneghino. C'è da giurarci che anche in quell'occasione si sia approfittato par parlare in maniera approfondita dei tanti nomi che potrebbero spostarsi dall'Italia alla Francia e viceversa.

Calciomercato Inter: un nome nuovo

Il portale calciomercato.it però, nelle ultime ore, ha rivelato che in casa nerazzurra sarebbe nata una nuova idea per la difesa.

Un'ipotesi che rischierebbe di alterare sensibilmente gli equilibri del calciomercato. L'Inter, infatti, avrebbe chiesto informazioni su Thiago Silva. Il difensore brasiliano ha un contratto con l'attuale società fino all'anno 2020 e la lunga durata dell'accordo rende difficile qualsiasi tipo di approccio.

A questo si aggiunge la ferma opposizione del club francese che non sembra avere intenzione di lasciar andare il pilastro della propria retroguardia. Ad oggi non sembrano esserci margini per aprire in maniera seria una trattativa, ma se il forcing di Sabatini ed Ausilio dovesse farsi insistente si potrebbe aprire qualche spiraglio. Da valutare quello che sarebbe il parere del calciatore che, nel suo passato, ha legato il proprio nome a quello del Milan.

Non sarebbe comunque il primo calciatore ad aver indossato sia la maglia nerazzurra che quella rossonera.

Mercato Inter: news in evoluzione

Thiago Silva non è tuttavia il nome più caldo tra quelli da regalare a Luciano Spalletti. Il desiderio numero uno per la nuova difesa del tecnico di Certaldo è rappresentato da Rudiger della Roma che, ad oggi, potrebbe essere lasciato partire per dare ossigeno alle casse giallorosse.

Il sacrificio dovrebbe essere comunque ingente, ma c'è la consapevolezza che bisognerà investire sulla difesa per costruire una squadra forte.

C'è anche suspense per capire se davvero arriverà un centrale mancino abile a impostare il gioco dalla difesa e resta sempre vivo per il ventinovenne del Sassuolo Francesco Acerbi, desideroso di tornare a misurarsi in un club importante come quello nerazzurro dopo l'esperienza al Milan.