Il Milan sembra aver sparato tutte le cartucce di calciomercato e nel modo migliore possibile, la Juventus dovrà fare poco, mentre altre grandi come Napoli e Roma non sono destinate ad essere poi così attive. Per forza di cose la lente di ingrandimento mediatica negli ultimi tempi si sofferma su quello che è il ruolo dell'Inter all'interno di questa sessione di calciomercato che, fino ad ora, non ha regalato il colpi ad effetto che si immaginava potessero incendiare l'animo dei tifosi, desiderosi di vivere una prossima stagione che possa riscattare le delusioni delle ultime annate.

Walter Sabatini e Piero Ausilio non sono gli ultimi arrivati e sebbene ad oggi i nerazzurri non si siano mossi come si poteva pensare, c'è da giurare che presto piazzeranno dei colpi che soddisfaranno e non poco Luciano Spalletti che ha già metabolizzato la delusione per non aver avuto prima della partenza per la Cina i calciatori che si attendeva.

Calciomercato Inter: le ultime

Tra gli esperti che, nelle ultime ore, hanno analizzato la situazione di tutte le trattative di mercato della società nerazzurra c'è Alfredo Pedullà, intervenuto sulla questione attraverso il canale Sportitalia. Il primo oggetto di discussione è stata la posizione di Keita Balde: lo vuole la Juventus che, però, offrirebbe quindici milioni più Sturaro ed un prestito pluriennale di Pjaca.

Una proposta che, secondo Pedullà, non soddisferebbe Lotito desideroso di incassare almeno trenta milioni. Più facile che si accontenti del cash offerto dall'Inter, ricordando come l'attaccante sia destinato ad andare in scaedenza tra dodici mesi e già da gennaio potrebbe firmare un accordo preliminare a parametro zero per la stagione 2017-2018.

Mercato Inter: con la Juventus è sfida infinita

Schick alla fine, com'è noto, non andrà alla Juventus e le frasi di circostanza pronunciate dal presidente Massimo Ferrero potrebbe servire solo a non deprezzare il calciatore che continua a suscitare l'interesse nerazzurro. Secondo Pedullà il calciatore andrà all'Inter e nell'operazione potrebbe essere coinvolto anche Davide Santon.

Le percentuali date dall'esperto vedono l'ex "bimbo" di Mourinho al 60% destinato a finire in blucerchiato. Le operazioni potrebbero inglobate solo a cose fatte, dato che non sarà una a far saltare l'altra. Allo stato attuale sembra però necessario aspettare che l'Inter torni dalla Cina per chiudere quanto bolle in pentola.