In casa Inter c'è grande apprensione per questi ultimi giorni di mercato, visto che mancano solo tre giorni al termine della sessione estiva di calciomercato e le operazioni da definire sono ancora tante.

In uscita è stato ceduto l'attaccante montenegrino, Stevan Jovetic, al Monaco per undici milioni di euro e questo potrebbe sbloccare anche le operazioni in entrata visto che il blocco del governo cinese ha modificato i piani del club nerazzurro e, soprattutto, di Suning, che aveva intenzione di condurre una campagna acquisti tutt'altro che sotto tono.

In entrata urge l'arrivo di un difensore centrale e, attualmente, il nome in pole position è quello del difensore tedesco dell'Arsenal, Shkodran Mustafi, con il giocatore che ha già detto di gradire il trasferimento a Milano ma resta da trovare l'accordo economico tra i due club anche se i Gunners si sono detti favorevoli a cedere il giocatore in prestito con l'obbligo di riscatto ma resta da trovare l'accordo sulle cifre dell'eventuale riscatto.

In avanti, invece, c'è molta più incertezza. E' sfumato l'arrivo dell'attaccante della Repubblica Ceca, Patrick Schick, che alla fine si è trasferito alla Roma nonostante il pressing dei nerazzurri andasse avanti da più di un mese, mentre resta caldo il nome dell'attaccante senegalese della Lazio, Keita Balde.

La trattativa non è semplice ma il classe 1995 sembra essere rimasto l'unico obiettivo di livello per rinforzare quel reparto, e si cercherà di abbassare le pretese del patron dei biancocelesti, Claudio Lotito, che per il suo cartellino chiede trenta milioni di euro, mentre l'Inter potrebbe spingersi ad offrire fino a venti milioni di euro per un giocatore che, comunque, ha il contratto in scadenza a giugno 2018.

La rivelazione di Criscitiello

A proposito delle trattative per Patrick Schick e Keita Balde, ha detto la sua il noto giornalista esperto di mercato, Michele Criscitiello, che nel suo editoriale su Tuttomercatoweb ha affermato:

"Il direttore dell'area tecnica dell'Inter, Walter Sabatini, ha detto che non partecipa ad aste ma alla fine il mercato è caratterizzato soprattutto da queste operazioni al rialzo.

La verità è che il dirigente non ha mai puntato su Patrick Schick, ma fin dall'inizio ha deciso di puntare tutto su Keita Balde, programmando tutto con il suo agente, Calenda, da due mesi. Se questa operazione dovesse riuscire avrà fatto bingo e vorremmo chiedere la commissione prevista per il trasferimento dell'attaccante senegalese in nerazzurro. Schick non serve ne alla Juventus ne all'Inter e Keita sarebbe il promesso sposo perfetto dei nerazzurri".