Quello che si sta vivendo in casa Inter è un periodo piuttosto felice: dopo un mercato condotto al di sotto delle aspettative, c'era la volontà da parte del tifo nerazzurro di avere risposte importanti sul terreno di gioco. Nell'ambiente interista ogni giorno veniva ripetuto il solito mantra: il vero top player dell'Inter sarà Luciano Spalletti. In effetti, fino a questo momento - dopo sole quattro giornate di campionato - il tecnico di Certaldo si sta confermando l'acquisto più importante messo a segno da Suning nel corso della passata estate.In questa prima fase di campionato l'Inter non ha di certo giocato un calcio spumeggiante, ma è stata tremendamente pratica, riuscendo a conquistare tre punti pesantissimi a Roma contro la squadra giallorossa, in quello che rappresenta a tutti gli effetti uno scontro diretto per la qualificazione alla prossima edizione della Champions League.

Dopo la sofferta vittoria contro il Crotone, l'Inter di Spalletti non ha alcuna intenzione di fermarsi ed anzi, è determinata a centrare il quinto successo consecutivo, con l'ex allenatore giallorosso che riuscirebbe nell'impresa di eguagliare le cinque vittorie ottenute nelle prime cinque giornate da Roberto Mancini nella stagione 2015/2016.

L'Inter vince il derby primavera e Odgaard 'umilia' Paletta

Gli ottimi risultati ottenuti dalla prima squadra nerazzurra però, non sono gli unici fattori che stanno determinando il forte entusiasmo della piazza interista. Anche la squadra primavera infatti, sta viaggiando a gonfie vele, con Stefano Vecchi che si ritrova a guidare una rosa di grandissimo talento.Sabato pomeriggio, alla vigilia di Crotone-Inter dei 'grandi', i canterani nerazzurri hanno battuto con un secco 3-0 il Milan di Rino Gattuso, grazie alla tripletta messa a segno da Jens Odgaard.

Il giovane attaccante danese ha dovuto affrontare per tutto il match Gabriel Paletta, fuoriquota inserito dal Milan nella stracittadina meneghina, ma nonostante questo, si è reso protagonista di una partita fanstastica, mettendo a ferro e fuoco la difesa rossonera. Secondo quanto riportato dall'edizione odierna di Tuttosport inoltre, Odgaard non aveva assolutamente idea di chi fosse il difensore l'italo-argentino e nel momento in cui gli è stato detto il nome del suo avversario diretto, non sapeva assolutamente chi fosse il centrale difensivo del Milan.