Cominciano ad uscire quelli che sono i primi retroscena sulla sessione estiva di calciomercato appena terminata. Una sessione piena di colpi di scena, soprattutto per quanto riguarda l'Inter, che si preannunciava essere la grande protagonista, soprattutto in entrata, con grandi acquisti e, invece, alla fine non ci sono stati colpi clamorosi e la campagna acquisti si chiusa con l'arrivo dell'attaccante francese, Yann Karamoh, dal Caen in prestito biennale con obbligo di riscatto fissato a otto milioni di euro.

Il grande colpo dell'Inter, però, è sicuramente stato quello di riuscire a trattenere l'esterno croato, Ivan Perisic, che sembrava fosse destinato al trasferimento al Manchester United. Il giocatore, invece, alla fine è rimasto e adesso sta trattando il rinnovo di contratto con il club nerazzurro. Rinnovo che potrebbe essere annunciato entro ottobre e che dovrebbe avvenire sulla base di un contratto quadriennale, fino al 2021, a cinque milioni di euro a stagione più bonus legati al possibile raggiungimento di un piazzamento Champions a fine anno.Inoltre, nel suo contratto, dovrebbe essere inserita una clausola rescissoria di settanta milioni di euro, in modo che nel caso qualcuno lo volesse dovrebbe sborsare una cifra congrua agli affari conclusi nell'ultimo calciomercato.

Spalletti blocca la cessione

Intanto il portale croato Jutarnji ha riportato un retroscena di mercato su un altro giocatore croato dell'Inter, Marcelo brozovic. L'ex centrocampista della Dinamo Zagabria sembrava essere tra i sicuri partenti all'inizio del calciomercato ma, alla fine, il giocatore è rimasto a Milano. Ciò non è avvenuto per la mancanza di offerte come si vociferava inizialmente, visto che su di lui avevano manifestato il loro interesse la Juventus ed alcuni club di Premier League.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

In particolare l'Arsenal non avrebbe disdegnato di inserirlo nell'affare che avrebbe portato a Milano il centrale tedesco, Shkodran Mustafi; inoltre interessava pure allo Zenit San Pietroburgo di Roberto Mancini, che è da sempre un suo estimatore tanto da averlo portato lui a Milano a gennaio 2015 per sei milioni di euro.

A bloccare tutto, però, è stato il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, che vuole lavorare con lui ed è convinto di poterlo recuperare e di poterlo riportare ad alti livelli.

Inoltre anche Brozovic è rimasto impressionato dai metodi dell'ex allenatore della Roma, ne è rimasto molto affascinato ed è voluto rimanere in nerazzurro, almeno fino a gennaio. Starà al tecnico di Certaldo cercare di recuperare e rilanciarlo ad alti livelli.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto