L'Inter è pronta a riabbracciare il campionato. Lo fa dopo un turno di stop che è servito per fare delle riflessioni. Un'analisi che nasce dagli scenari positivi creati da una squadra che in quest'avvio di stagione è riuscita ad andare oltre più rosea aspettativa. Non è però il momento di abbassare la guardia. Non lo è per la squadra che per forza di cose è chiamata a mantenere il trend dei risultati migliorando la qualità delle prestazioni. Non lo è per la società che a gennaio dovrà allungare una panchina a disposizione di Spalletti apparsa fin troppo corta e dovrà gettare le basi per un futuro economico che possa essere luminoso e con ampie potenzialità in fatto di investimenti.

Notizie Inter: giocatore di proprietà

L'Inter deve fare i conti con la situazione di un calciatore che è ancora di proprietà nerazzurra e che nella scorsa stagione è stato pagato tantissimo. Il suo nome è Gabigol e non serve essere molto attenti per ricordarsi di come sia arrivato da potenziale grande talento e sia andato via quasi da "macchietta" che faceva sorridere quando andava in campo.

La società non ha smesso di credere nel suo talento e non ha alcuna intenzione di credere che il gravoso investimento fatto soltanto dodici mesi fa sia stato un totale buco nell'acqua. E' stato mandato in prestito al Benfica, dove si credeva potesse trovare lo spazio giusto per crescere, adattarsi al calcio europeo e magari tornare a San Siro con la consapevolezza di essere diventato un giocatore funzionale alle idee di Luciano Spalletti.

In Portogallo, invece, non ha trovato spazio, perché pare non fosse stato un desiderio del tecnico Rui Vitoria che non ha cambiato idea, a giudicare dallo scarsissimo minutaggio concessogli. Adesso la prima soluzione sarà quella di vederlo tornare a Milano, successivamente sarà il momento di trovargli una destinazione.

Inter: tre ipotesi per Gabigol

L'Inter avrebbe pronti tre scenari per il brasiliano. La prima sarebbe stata già scartata dallo staff del giocatore. ossia un approdo in Cina in cambio di Ramires allo Jiangsu di Suning. L'altra, invece, porterebbe il calciatore a trascorrere la seconda parte di stagione in prestito al Genoa. La terza, invece, prospetterebbe per lui un momentaneo ritorno in Brasile,.

Secondo le fonti, però, nessun club sarebbe disposto a pagargli l'intero ingaggio e proprio il corposo stipendio sarebbe ciò che oggi lo allontanerebbe da un ritorno al Santos.