Continua l'ottimo momento di forma dei rossoneri che, anche in Bulgaria, vincono e convincono nella gara d'andata valida per i sedicesimi di finale di Europa League. Con un perentorio 3-0 ai danni del Ludogorets, il Milan ha praticamente ipotecato il passaggio al turno successivo.

Ancora a segno il bomber Cutrone

Il Milan, dunque, si conferma implacabile anche in Europa League, con una vittoria convincente che ha messo ulteriormente in risalto quanto fatto in questi mesi dal tecnico Gattuso. In Bulgaria, nonostante un inizio un po' sottotono, la formazione milanese è riuscita comunque a far sua la gara, con un rotondo 3-0 che non dovrebbe mettere in discussione l'approdo agli ottavi.

Sono andati a segno Rodriguez, Borini e il solito Cutrone, che ribadisce così di essere un vero bomber di razza. La squadra rossonera, tra campionato e coppe, non perde addirittura da nove gare, avendo collezionato 6 vittorie e 3 pareggi, realizzando 14 reti e subendone solo 4.

La svolta è arrivata dopo il derby di Coppa Italia del 27 dicembre, quando già si parlava di panchina a rischio per Gattuso. I rossoneri, in quell'occasione, sono riusciti ad avere la meglio sui cugini nerazzurri con una rete nei tempi supplementari di Cutrone, guadagnandosi l'accesso alla semifinale. Il giovane bomber lombardo, nonostante abbia appena 20 anni, si sta affermando come uno dei migliori attaccanti della Serie A.

Nel frattempo, un'ulteriore spinta alla risalita del Milan è stata data dal 4-3-3 schierato dal nuovo allenatore. La difesa con Bonucci e Romagnoli centrali ha trovato fiducia, mentre a centrocampo il tecnico non rinuncia quasi mai al trio formato da Kessiè, Biglia e Bonaventura. Nel reparto offensivo, Gattuso è stato bravo a rilanciare Calhanoglu che, come esterno d'attacco, si sta rivelando un'arma in più a disposizione della compagine milanese.

A completare il reparto offensivo c'è l'ottimo Suso, mentre al centro si alternano Kalinic e Cutrone.

L'impronta di "Ringhio" è ormai evidente sulla squadra, che rispecchia appieno la grinta del suo tecnico. Questi, con tanto lavoro e pazienza, nonostante lo scetticismo iniziale ha dimostrato di poter competere ad alti livelli.

Nella gara di Europa League contro il Ludogorets, l'ex centrocampista ha confermato in blocco la squadra tipo, puntando su quegli uomini che, in queste ultime gare, gli stanno regalando tante soddisfazioni.

Domenica 18/2 il Milan attende la Samp

Dopo la vittoria in Europa League, il Milan è pronto a rituffarsi sul campionato, dove è atteso da una partita non semplice contro la Sampdoria a San Siro. Uno scontro diretto in chiave sesto posto, con i blucerchiati che al momento vantano 3 punti di vantaggio proprio sui rossoneri. Con una vittoria, Bonucci e compagni aggancerebbero proprio i genovesi, e potrebbero guardare con maggior fiducia al quarto posto che, a questo punto, non è più un miraggio, tenendo conto dell'ottimo andamento della squadra negli ultimi tempi.

Certo, nove punti di distacco dalla zona Champions League non sono pochi, ma per questo Milan tutto sta diventando possibile. Ad ogni modo, è necessario conquistare un successo domenica sera, per poi continuare a guardare al futuro con crescente ottimismo.