I tifosi rossoneri possono continuare a sognare: la prossima estate la coppa Fassone-Mirabelli proverà a dare un nuovo assalto per portare a Milanello il giovane attaccante del Torino e della Nazionale, Andrea Belotti. Il "Gallo" non ha mai nascosto la sua passione rossonera e non ha neanche mai nascosto che, in caso di trasferimento, per lui il Milan sarebbe un'opzione molto gradita.

La scorsa estate era il grande sogno della dirigenza, ma le pretese del presidente granata Urbano Cairo erano davvero troppo alte: 100 milioni per sbloccare la clausola del Gallo e portarlo a Milano.

Mirabelli ci aveva provato, infilando nella trattativa il cartellino di Niang e di qualche altro esubero. Alla fine Niang è stato ceduto comunque al Torino per una cifra che girava intorno ai 20 milioni di euro, ma Andrea Belotti è rimasto in Piemonte. Dalla scorsa estate sono cambiate tantissime cose, sia sponda granata che rossonera: Belotti non ha finora disputato una grandissima stagione poiché vittima di una serie di infortuni che ne hanno condizionato pesantemente il rendimento, ma sopratutto il suo contributo alla causa.

Le presenze dell'attaccante in Serie A quest'anno sono 17, ma sono i gol a preoccupare: doveva lottare per il titolo di capocannoniere e invece è ancora fermo a quota 4 gol in campionato. 3 sono invece le reti messe a segno in Coppa Italia. Una svalutazione evidente quella del 24enne che, oltre alla stagione piena di alti e bassi, non potrà nemmeno contare di rifarsi al Mondiale, visto che la Nazionale Italiana ha clamorosamente fallito l'appuntamento con la qualificazione.

Scenari possibili

Attualmente in Casa Milan le cose stanno andando meglio, ma resta il problema degli attaccanti. Ormai superata la metà della stagione, si possono trarre le prime conclusioni per quanto riguarda Kalinic e Andrè SIlva: il croato sembra proprio un flop, un acquisto sbagliato del quale la dirigenza proverà a liberarsi in estate sperando in un suo eventuale rilancio al Mondiale; il portoghese invece paga la tenerà età e anche le poche presenze da titolare, ma l'investimento è stato alto e si spera anche per lui che il Mondiale possa rivitalizzarlo, sia per provare a rilanciarlo il prossimo anno sia magari per tentare di venderlo a cifre vicine a quanto sia stato pagato.

L'unica certezza è Patrick Cutrone, assolutamente trascinatore della squadra e dichiarato incedibile da Fassone e Mirabelli. Andrea Belotti potrebbe essere il compagno di reparto ideale e siamo sicuri che dopo una stagione così amara, oltre alla grande voglia del "Gallo" di rilanciarsi ci sarà anche un notevole abbassamento della richiesta di Cairo. Si potrebbe chiudere per una cifra che oscilla fra i 40 e i 50 milioni di euro, salvo contropartite.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!